Trofeo dei Miti: Strafantone mette tutti a sedere. Le classifiche

 

Sono stati ben 57 gli equipaggi sulla linea di partenza della XIII edizione del Trofeo dei Miti organizzato dal Diporto Velico Veneziano che, equamente suddivisi tra la categoria Miti (barche costruite e progettate fino al 1985) e Modern (dal 1985 in poi) si sono dati battaglia sul campo di regata antistante la spiaggia del Lido lo scorso sabato.

In un campo di gara particolarmente complicato a causa delle strane condizioni meteomarina il Comitato di Regata ha dovuto attendere fino alle 13 prima che una debole brezza di Libeccio permettesse l’avvio delle procedure di partenza. Il percorso di regata, un triangolo di circa 3 miglia, causa la presenza di notevoli buchi di vento che a volte hanno messo in forte difficoltà i concorrenti, è stato ridotto ad un solo giro dando vita quindi ad una regata che ha visto premiare quegli equipaggi che più di altri hanno saputo individuare le zone di maggior pressione nel campo di gara.

A tagliare per prima il traguardo ed aggiudicarsi la competizione in Classe 1 è stata Strafantone di Roberto Ferro con il guidone del Circolo Velico Il Portodimare di Padova, mentre il primo “mito” è stato Ilmatar di Giampaolo Costantini, primo anche in Classe 2.

Il Trofeo dei Miti è anche per lo storico sodalizio veneziano l’occasione per premiare gli equipaggi della Trasadriatica 2014 e ricordare il titolo italiano nella classe Rs Feva da poco conquistato per il secondo anno consecutivo dai campioni di casa Nicolò Vio e Pietro Scarpa.

Qui le classifiche:
Trofeo dei Miti 2014 – classifiche MITI
Trofeo dei Miti 2014 – classifiche MODERN

 

Lascia un commento