Proseguono i piani per la 36esima America’s Cup

 

A seguito dei diversi incontri avvenuti a Auckland la scorsa settimana tra il Defender e il Challenger of Record, è stato raggiunto un accordo volto a risolvere una serie di problematiche ad esclusivo beneficio dell’evento.

Patrizio Bertelli, CEO del Gruppo Prada e Chairman del Challenger of Record ha incontrato ad Auckland il Defender, Emirates Team New Zealand, con il quale e ha raggiunto un Accordo per risolvere diverse problematiche in sospeso, alcune delle quali erano già in esame presso l’Arbitration Panel.

Insieme hanno raggiunto un accordo su tutte le tematiche in discussione, tra queste un accordo condiviso in merito al caso che era stato presentato all’America’s Cup Arbitration il 12 febbraio 2019 riguardante la disputa sulla validità delle iscrizioni presentate in ritardo. In base all’accordo transattivo è stato pattuito un emendamento al Protocol che permette un posticipo nel pagamento della tassa di iscrizione tardiva; pertanto è stata confermata la validità delle tre sfide presentate in ritardo.

L’Accordo lascia quindi libero il campo a Defender e al Challenger of Record per proseguire nel lavoro di organizzazione della 36esima America’s Cup presented by Prada, e di tutti gli eventi ad essa correlate che si svolgeranno da qui alla fine dell’evento a Marzo del 2021.

“È stato un piacere accogliere Patrizio Bertelli e il suo team ad Auckland, abbiamo apprezzato il suo impegno positivo nell’evento. Condividiamo con lui il desiderio forte affinché la coppa del 2021, come anche tutti gli eventi preliminari, venga ricordata come la migliore America’s Cup di tutti i tempi” ha dichiarato Grant Dalton, CEO di Emirates Team New Zealand.

“Che ci fossero problemi importanti da risolvere non era un segreto, ma il fatto che Patrizio Bertelli abbia trovato il tempo di venire personalmente a Auckland è una testimonianza importante del rispetto che esiste tra le due parti ed è un buon presagio per l’evento nel suo insieme. Il campo adesso è aperto anche agli ultimi iscritti che potranno tentare di preparare le loro sfide; sia Defender che Challenger of Record daranno loro tutto il supporto possibile.”

Patrizio Bertelli e Grant Dalton hanno anche incontrato il Primo Ministro l’Onorevole David Parker e il Sindaco di Auckland Phil Goff per discutere i piani dell’evento e per presentare la sua visione per il villaggio dell’America’s Cup, progetti che hanno trovato il favore di tutti e di cui verranno divulgati i dettagli prossimamente.

 

Lascia un commento