Alassio è magica per Davide Leardini e lo Yacht Club Verona

 

La stagione 2019 dei Dragoni è iniziata con l’Alassio Dragon Trophy, prima tappa del Campionato Italiano Open; l’Assodragone ha infatti deciso di svolgere in due tappe il Campionato italiano 2019 per dare modo ai concorrenti di confrontarsi su due diversi campi di regata, entrambi validi e attraenti. Prima tappa in febbraio ad Alassio, Perla della Riviera ligure di Ponente, e seconda tappa a Sanremo, la Città dei Fiori, a metà marzo.
Ad Alassio, con l’attenta regia del Presidente Ennio Pogliano, il Circolo Nautico Al Mare ha offerto una perfetta organizzazione in mare e una calorosa accoglienza a terra, che ha fatto felici i 14 equipaggi provenienti da 6 nazioni che hanno goduto di un meteo favorevole: sole, temperatura primaverile e vento, che cosa volere di più ?
Le regate sono state precedute giovedì da una bellissima giornata di allenamento con i migliori team, partenze e mini regate con boe di allenamento, vento da SW 8-12 kn…..

Due prove nella prima giornata con 5-6 nodi di vento da 170° alla prima partenza che poi è girato a 205° rinforzando a 10-11 nodi nella seconda prova, con qualche variazione di direzione e forza. La classifica provvisoria vede al primo posto RUS-35 SUNFLOWER di Victor Fogelson (3,3) seguito da MON-2 JEANIE di Jens Rathsack (1,6) e da GER-1170 CAMELEER timonato da Marcus Brennecke. Quarto e primo degli italiani LITTLE DIVA di Mario Quaranta con Michele Benvenuti al timone. Subito dopo due dragoni classici, il vincitore della seconda prova ITA-12 Galatea II (classe 1950) con Giuseppe La Scala al timone, e ITA-49 JAVELIN (classe 1959) timonato da Fabio Mangione.
Anche la seconda giornata si presenta calda e soleggiata, con mare calmo, 10-12 nodi di vento da 120° sceso però a 5-6 nodi con buchi e onda. Dopo l’arrivo della prima prova di giornata la flotta è rinviata a terra in attesa di un rinforzo che però non arriva. Vince la terza prova RUS-27 ANNAPURNA di Anatoly Loginov seguito da ITA-76 YANEZ timonato da Beppe Duca e da ITA-64 LITTLE DIVA con Michele Benvenuti al timone.
Il tempo per rilassarsi al sole in attesa della sontuosa Apericena con musica e lotteria offerta dal Circolo Nautico Al Mare.
Il terzo ed ultimo giorno si presenta con sole, mare calmo e 12-13 nodi di vento da NNE che permette di completare tre prove molto combattute; campo perfetto molto tecnico. La classifica finale overall vede vincitore RUS-27 ANNAPURNA di Anatoly Loginov, Campione Europeo 2016 e 2018 (2,(ocs),1, 2, 3, 2) . Sul secondo gradino del podio e primo degli italiani ITA-76 YANEZ timonato da Giuseppe Duca, in lotta per riconquistare il titolo italiano, con Jean Sebastian Ponce e Vittorio Zaoli alle manovre (4, (ocs), 2, 1, 2, 4). Terzo GER-1170 CAMELEER di Marcus Brennecke, 2° al Campionato Europeo 2012 e 3° a quello 2016. Quinto overall e primo dei Corinthians ITA-64 LITTLE DIVA timonato da Michele Benvenuti, Campione Italiano uscente, con Mario Quaranta, Andrea Quaranta e Clelia Sessa nel pozzetto (6, 5. 3, 3, (9), 5). Terzo degli italiani ITA-49 JAVELIN, timonato da Fabio Mangione, con Davide Leardini e Davide Bortoletto alle manovre.
Ottima prova del comitato di regata, Maurizio Buscemi e Ennio Pogliano sono stati perfetti nel gestire condizioni a volte complicate.
Si conclude così in bellezza questo splendido appuntamento nella cornice della Magica Alassio. Prossimo appuntamento il mese prossimo a Sanremo per la tappa conclusiva del Campionato Italiano open.
(Assodragone)

 

Lascia un commento