Il 23 febbraio allo Yacht Club Verona Daniele Scarpa e Sandra Truccolo con il “Progetto Desire”

 

La serata del 23 febbraio 2019, organizzata dallo Yacht Club Verona insieme a Daniele Scarpa e Sandra Truccolo, con il sostegno e la partecipazione di Antonio Rossi, racconta alla cittadinanza le esperienze di atleti olimpionici, che, nella loro eccezionalità, sono state stimolo per concretizzarsi in condivisione senza barriere. Il progetto Desire nasce all’interno dell’associazione sportiva Canoa Republic, creata nel 2001 da Daniele e Sandra, che hanno deciso di affiancare alle declinazioni legate alla canoa, anche il mondo della vela.
Ai tre olimpionici, il 23 si affianca anche il giornalista e velista Berti Bruss, ad illustrare il simbiotico progetto Dis-Equality, che ha preso vita dopo un viaggio “impossibile” intrapreso nel 2012 da Berti ed Egidio Carandini, non vedente di Pavia, sulla “Dolce Vita”, barca a vela di 12 metri divisa per 76 giorni e 3750 miglia di navigazione, da Trieste a Sanremo e ritorno. Gli sviluppi si sono poi chiamati Amareterapia – un percorso di possibilità per persone con disabilità fisica, attraverso la pratica degli sport di mare quali vela, nuoto, subacquea, canoa, canottaggio, pesca – e, da marzo 2018, Dis–Equality, a seguito di un convegno a Trieste su sport, bullismo e disabilità.
Nicole Orlando, atleta con la sindrome di Down, nove volte campionessa del mondo di atletica leggera FISDIR, è la testimonial sportiva.

Durante la serata sarà proiettata l’emozionante finale Olimpica K2 1000 ( Oro ) con i commenti di Antonio Rossi e Daniele Scarpa ed in collegamento da Roma Gianpiero Galeazzi. Sandra Truccolo (pluricampionessa tiro con l’arco ed ORO Paralimpico) racconterà la sua vita sportiva e l’impegno nel progetto DESIRE.

 

Lascia un commento