Per il Circolo Velico Ravennate un 2018 di grandi risultati

 

Dicembre, tempo di bilanci e quello del Circolo Velico Ravennate, che nel 2018 ha impegnato la sua squadra agonistica nelle più importanti competizioni nazionali e internazionali, è assolutamente positivo, come spiega Carlo Mazzini, consigliere del sodalizio bizantino responsabile del settore Giovanile e Derive, oltre che della Scuola Vela e della Formazione.

“Quello che si sta concludendo è stato il nostro anno più importante a livello di risultati: Optimist, Laser, 420 e Match Race ci hanno dato grandi soddisfazioni, confermando l’ottimo trend di crescita dei nostri atleti” esordisce Mazzini, che continua illustrando l’ottimo 2018 di cui si è resa protagonista la nostra squadra Optimist, seguita dai coach Spike Maioli (juniores), Carolina Rendano (Cadetti) e Daniela Rossi.

“Tra gli Optimist, classe nella quale siamo soliti far debuttare i ragazzi formati nella nostra Scuola Vela, è stato l’anno di Lorenzo Pezzilli: oltre a diversi successi individuali, ha coronato la stagione con la nomina a capitano della Nazionale che, a Ledro, ha vinto il Campionato Europeo Optimist a Squadre. Molto bene ha fatto anche Camilla Ivaldi che, in virtù della sua costanza, è ormai inserita stabilmente nel Gruppo Agonistico Nazionale. Tra i più piccoli si è distinta Ludovica De Marchi che, nonostante abbia iniziato più tardi rispetto ai compagni, da Cadetta ha raccolto un primo e un secondo in due Regate Zonali”.

“Nel Laser, invece, è continuata la crescita di atleti come Ilan Muccino, che sin dai primi bordi è sempre stato tesserato con noi e quest’anno ha fatto secondo al Giovanile di classe, Virginia Mazza, Giulia Morigi, che ha vinto il Campionato Italiano Ladser 4.7 Over 17, e Matteo Guardigli. Per loro sono arrivate esperienze importanti nell’ambito di manifestazioni come il Campionato Italiano, sempre sotto la guida di due coach come Fabio Emiliani e Angelo Anversa”.

“Una delle classe più ‘calde’ è stato senza dubbio il 420, la cui squadra agonistica è affidata ormai da tempo a Stefano Marchetti, già campione del mondo nel 2000 con Michele Mazzotti e considerato uno dei tecnici più preparati a livello internazionale. Molto bene hanno fatto Alessandro e Federico Caldari, settimi al Mondiale di Newport, dove sono stati migliori degli italiani, e vincitori del Campionato Italiano. In chiave 2019 ci aspettiamo altri ottimi risultati, dato che oltre ai Caldari, nella classe avremo impegnati anche Bocale-Molinari, sui quali nutriamo buone aspettative, e i fratelli Chersoni, in arrivo dall’Optimist”.

“Un grazie va a Jacopo Pasini e al suo equipaggio, che sono tornati al successo nell’Italiano Assoluto di Match Race, e al team degli Under 23, composto da Luca Valentino, Edoardo Bocale, Alessandro Caldari e Tommaso Molinari, che ha chiuso al secondo posto l’Italiano di categoria. Un risultato, quest’ultimo, molto incoraggiante, tanto che per il 2019 stiamo pensando di farli partecipare all’Assoluto”.

Un attività, quella della Squadra Agonistica, imprescindibile da quella della Scuola Vela che, guidata da Daniela Rossi, ha visto i numeri in crescita per il quinto anno consecutivo: “Nel 2018 abbiamo contato sulla presenza di oltre centottanta bambini, suddivisi in sette corsi – illustra Carlo Mazzini – Oltre a rappresentare un’esperienza altamente formativa, partecipare a un corso di vela permette ai ragazzi più appassionati e determinati di entrare nella squadra agonistica che, a oggi, comprende una cinquantina di atleti”.

“Non vanno poi dimenticati tutti gli armatori che, a vario titolo, hanno portato il guidone del Circolo Velico Ravennate sui principali campi di regata dell’altura italiana e internazionale, ottenendo sovente ottimi risultati, come nel caso di Extrema, l’X-35 di Andrea Bazzini, vincitore dell’Italiano Assoluto di Altura in quel di Ischia”.

“Tra le manifestazioni da noi organizzate, invece, a suscitare vivo interesse è stata Profumo di Legno, evento riservato alle barche classiche: un appuntamento che, visto il precedente, abbiamo assolutamente in animo di ripetere”.

“Tra le novità targate 2019 c’è l’idea di creare una squadra RS Feva che, tra le derive di concept moderno, è quella che gode del maggior interesse: tra gli equipaggi pronti a debuttare abbiamo quello composto da Raul Bottura e Riccardo Cecchinato che si sono formati navigando sull’Optimist. Lo stesso dicasi anche per il 29er, altra classe di sicuro interesse dal punto di vista agonistico” conclude Mazzini.

 

Lascia un commento