Rolex World Sailor of the Year: L’Italia con l’amaro in bocca

 

Che per World Sailing il 2018 fosse l’anno dello scandalo questo lo avevamo capito. Che si potesse arrivare a tanto lo abbiamo compreso però solo questa notte (italiana).

Ruggero Tita e Caterina Banti, il nomination – e super accreditati – per aggiudicarsi il titolo più importante della vela, il “Rolex World Sailor of the Year” assegnato dal massimo organo del nostro sport, non riescono a raccogliere nemmeno il premio di consolazione quale il Team Award. Un vero e proprio scandalo di cui la vela italiana deve prenderne atto, uno sgarbo ad un equipaggio in grado di vincere sul Nacra 17 il titolo Nazionale, il titolo Europeo e il titolo Mondiale, oltre alla World Cup organizzata dalla stessa World Sailing, senza contare vittorie ottenute a tutte le regate in cui hanno preso parte.

Carolijn Brouwer (NED) / Marie Riou (FRA) e Pavlos Kontides (CYP) sono stati incoronati Rolex World Sailor of the Year maschili e femminili in quanto le stelle della vela sono state riconosciute ai World Sailing Awards 2018 a Sarasota, in Florida, USA.

Tenutosi alla Van Wezel Performing Arts Hall, sono stati presentati otto premi. Il momento clou degli Awards è il Rolex World Sailor of the Year Awards e Brouwer / Riou sono stati riconosciuti per il loro successo nella Volvo Ocean Race e Kontides per aver vinto titoli consecutivi ai Campionati Mondiali.

Tre novità Le novità sono state introdotte nel 2018. Il Corpus Christi Yacht Club ha vinto il World Sailing 11th Hour Racing Sustainability Award, il Dongfeng Race Team ha vinto il titolo di Team of the Year e Ran VII – Fast 40 ha ricevuto il premio Boat of the Year.

Oltre a Rolex World Sailor of the Year e ai nuovi Awards, Bryan Willis (GBR) ha ricevuto il Trofeo Beppe Croce, Massimo Parhe World Sailing Manager di Massimo Dighe e L1 (FRA) ha portato a casa il trofeo del Campionato del Mondo di eSailing vincendolo in precedenza nel giorno.

 

Lascia un commento