Previsti per i prossimi giorni forti venti, mare mosso, precipitazioni intense e acqua alta fino a 135 cm

 

Il Dipartimento di Protezione Civile della Presidenza del Consiglio dei Ministri ha emesso oggi un avviso di condizioni meteorologiche avverse segnalando per la costa veneta venti di burrasca e mareggiate da domani, sabato 27 a lunedì 29 ottobre.

Anche il Centro Meteorologico dell’Arpa Veneto e il Centro Funzionale della Protezione Civile Regionale segnalano che da domani alla mattina di martedì 30 sono previste precipitazioni estese e frequenti con un “rinforzo dei venti dai quadranti meridionali”.

Inoltre, il gruppo di lavoro CNR, ISPRA e CPSM ha segnalato che “nella notte tra lunedì 29 e martedì 30 ottobre è prevista in Adriatico una fortissima mareggiata di scirocco” oltre a “onde davanti al litorale veneziano con altezze di 4-5 metri” e che “il livello mareale in città dipenderà dalla coincidenza fra l’alta marea e il contributo meteorologico”.

Tutto ciò preannuncia “la possibilità di raggiungere livelli anche eccezionali” e che “l’incertezza della previsione andrà via via diminuendo con l’approssimarsi della perturbazione”.

Alla luce di quanto premesso e a seguito delle valutazioni e delle informazioni in possesso del Centro Previsioni e segnalazioni maree del Comune di Venezia e dopo la valutazione delle previsioni meteorologiche emesse dai principali centri europei e italiani, si è ritenuto opportuno diramare informazioni in merito alla possibilità di un’alta marea di grande intensità.
“La situazione è in costante evoluzione – spiegano dal Centro Maree – ma su una cosa tutti sembrano concordare: da qualche giorno le previsioni del vento per l’Adriatico confermano l’ipotesi secondo cui i venti che hanno iniziato a soffiare da questa mattina da sud – sud-est dovrebbero via via rafforzarsi di intensità fino a toccare, nella notte tra lunedì 29 e martedì 30 ottobre, raffiche anche di 80 chilometri orari”.

“L’incognita principale nella previsione di questo evento – ricordano dal Centro Maree – non è solo l’esatta intensità del vento – su cui, ad oggi, tutte le previsioni sembrano concordare – ma soprattutto l’ora in cui questo guadagnerà la massima spinta. Il momento in cui si verificherà il massimo contributo del vento determinerà un episodio più o meno intenso che potrebbe avere anche caratteristiche eccezionali”.

Per il momento i valori più probabili sono 115cm alle ore 12 di domenica 28,125cm alle ore 13 di lunedì 29 e 135cm alle ore 01.45 della notte di martedì 30 ottobre.

 

Lascia un commento