Si immerge per un’immersione, ma quando emerge non trova più la barca

 

La notte scorsa, alle ore 23.00, i vigili del fuoco sono intervenuti nella laguna di Venezia all’altezza di punta Fusina per soccorrere un pescatore sub, che al momento della riemersione non ha più trovato la barca di appoggio, probabilmente legata male a una briccola e portata via dalla corrente.

I pompieri intervenuti con un’auto pompa lagunare il nucleo sommozzatori e una partenza da Mestre, hanno individuato e recuperato l’uomo, che una volta riemerso a circa 200 metri dalla riva aveva dato l’allarme iniziando a chiamare aiuto.

L’uomo chioggiotto è stato portato a terra dove è stato poi raggiunto dai familiari. Ancora da recuperare l’imbarcazione andata alle deriva.

 

Lascia un commento