Columbus 2021 fa sul serio, ed i Kiwi confermano

 

Dopo la duplice presentazione avvenuta a pochi giorni di distanza sia ad Imperia che a Genova all’interno del Salone Nautico Internazionale, Colombus 2021 – la seconda sfida italiana alla prossima America’s Cup – sembra davvero fare sul serio.

La conferma arriva direttamente dal defender Emirates Team New Zealand, mediante una nota inviata ai media in cui si legge:“The Defender confirms that there have been communications with the lawyer acting for the Columbus 2021 challenger over the past few weeks. He has now supplied preliminary documents in relation to their yacht club and we have provided him with the required details on the process to file a formal Notice of Challenge.

Tradotto: “Il Defender conferma che ci sono stati comunicazioni tra lo studio legale che rappresenta Columbus 2021 nelle scorse settimane. Loro hanno fornito i documenti preliminari relativi al loro yacht club e noi gli abbiamo fornito tutti i dettagli necessari a inviare una sfida formale”.

Ciò significa che di fatto un primo importante passo di fatto è già stato fatto: Columbus 2021 possiede quindi i requisiti preliminari che gli consentirebbero di essere accettato come sfidante secondo il Deed of Gift e il protocollo della prossima America’s Cup.

Non sembra essere più un segreto nemmeno il nome dello skipper: i ben informati parlano addirittura di Nathan Outteridge, velista australiano vincitore di due medaglie olimpiche in 49er (oro a Londra 2012, argento a Rio 2016), e timoniere di Artemis, la sfida svedese durante la scorsa America’s Cup.

 

Lascia un commento