Mozart di Franco Rigon il vincitore del Trofeo dei Miti 2018

 

La vittoria del XVII Trofeo dei Miti organizzato dal Diporto Velico Veneziano nella sezione Miti gruppo Alfa è di Mozart di Franco Rigon (Compagnia della Vela) con un primo per ciascuna prova corsa. Secondo si è piazzato Fraba di Renzo Giuponi (Diporto Velico Veneziano) e terzo Ciao Bei di Michele Dolcetta (Diporto Velico Veneziano). Sono state due giornate di sole ma poco vento tanto che di tre prove previste ne sono state portate a termine solo due. Le 46 barche iscritte sono state divise in categorie: Miti sono quegli scafi costruiti prima del 1991 e Modern gli altri. All’interno delle categorie la classifica è stata stilata per gruppi in base al rating Fiv. Tra i Miti ha vinto nel gruppo Bravo Pastina di Marco Galuppo (Dvv), secondo Mabel di Paolo Massarutti (LNI Grado), terzo Leon Coronato di Giovanni Fabris (Dvv). Nel gruppo Charlie il primo posto è stato conquistato da Victory di Renato Bellemo (CN Chioggia), secondo Pequegna di Alberto Girardello (Dvv) e terzo Sissa di Alvise Dissera (CdV). Nella categorie Delta il primo gradino del podio è per Priwall di Mauro Moretti, seguita da Freemond di Fabio Manzelle e al terzo posto da Labellagigogin di Tiziano Vendramin.

Alla classe Modern è stata dedicata invece, oltre a una partenza separata, anche una classifica separata. Vincitore nel gruppo Alfa è Blu X di Franco Zennaro (Cn Chioggia), secondo è Grafite di Stefano Ferro (Dvv), terzo Dakota di Marco Zambon (Porto di Mare). L’ oro nel gruppo Bravo è per Dany di Mauro Casson (CnChioggia), l’argento per Sophie di Enrico Catarra (Dvv), bronzo per Mascherina di Gianni Schiavon (Dvv). Infine la categoria Charlie: primo gradino del podio per Spritz di Paolo Cosmo, secondo Idril di Riccardo Lovato (CN Chioggia), terzo Adria Stella di Leni Zennaro (CNChioggia).

«Sono state due giornate splendide, peccato per il poco vento – ha commentato il Direttore sportivo all’Altura Gianni Tedesco – sabato non si è potuta dare la seconda partenza a causa del vento troppo leggero, mentre oggi abbiamo dovuto accorciare il percorso della costiera spostando la boa dagli Alberoni a Malamocco per permettere a tutti di portare a termine la prova».

Il prossimo appuntamento è il 7 ottobre con la veleggiata sociale di chiusura dell’anno velico.

 

Lascia un commento