Prosegue il periplo d’Italia di Marco Rossato. I diritti dei disabili al centro del suo viaggio in solitaria

 

Marco Rossato ha ripreso il suo viaggio nel migliore dei modi: brindando “in mare” con gli amici dell’associazione HappyWheels. Il 28 agosto, infatti, di fronte al Bagno degli Americani a Tirrenia, un gruppo consistente di esperti ed appassionati di Surf, Sup, Adapative Surfing e vela hanno augurato “buon vento” a Marco e Muttley, suo fedele cagnolino. Un incontro davvero speciale a cui ha partecipato, tra gli altri, il presidente e surfista di livello mondiale Massimiliano Mattei; due sport diversi ma con dei forti tratti comuni di impegno sociale dove il concetto di limite o “chiusura” non esiste perché il diritto di amare il mare e la vita è “4ALL”.

Marco adesso è a Viareggio città che vuole diventare un polo nautico di riferimento a livello internazionale per quanto riguarda l’accessibilità, per un mare che sia inclusivo e alla portata di tutti. E di questo hanno avuto modo di parlare Marco ed il vicesindaco Valter Alberici in un incontro in Comune giovedì 30 agosto.

Presenti all’incontro anche Marco Calvelli, comandante della Capitaneria di Porto di Viareggio, Domenico Mei, presidente di Lega Navale, Alessandro Cinquini presidente di Assonautica Lucca e Versilia e Sirio Orselli, presidente medaglie d’oro lunga navigazione.

A Viareggio l’associazione “I Timonieri sbandati”, promotrice del progetto TRI sail4all e sostenuta da sponsor del calibro della BBraun, Johnson, AHEAD Technology, insieme alle LNI sezione di Viareggio, Assonautica Lucca Versilia, con il supporto del Club Nautico Versilia e della Capitaneria di Porto di Viareggio ha organizzato la conferenza dal titolo “Convenzione ONU per i diritti delle persone con Disabilità – La strada da percorrere per garantire i diritti di uguaglianza e di inclusione sociale a tutti i cittadini”.

L’evento, aperto al pubblico, si terrà il 3 settembre alle 17 al Museo della Marineria “A. Gianni” in via della Peschiera 9, a Viareggio; tra i relatori, naturalmente, lo skipper paraplegico Marco Rossato che racconterà non solo del suo viaggio in solitaria che sta volgendo al termine, ma della sua esperienza di vita e di quanto siano importanti progetti come TRI sail4all (che in realtà durerà tre anni) per la diffusione di messaggi positivi e la comprensione dei diritti e dei sogni di ogni singola persona.

Il 4 settembre mattina poi Marco salperà da Viareggio salutando amici e sostenitori e porterà con sé la bandiera con lo stemma di Viareggio, omaggio della città. Una città estremamente accessibile – ha detto lui stesso – e che spera un giorno diventi la sua casa.

 

Lascia un commento