Quantum Racing sultano di Portals

 

Il team americano di Quantum Racing è il nuovo King of Portals, Doug DeVos e il suo team chiudono vincendo la Puerto Portals 52 SUPER SERIES Sailing Week dimostrando una grande consistenza. Alla fine, sul secondo gradino del podio sale Azzurra, il team della famiglia Roemmers chiude con una vittoria di giornata che le vale l’argento. Platoon tenta l’attacco finale ma si accontenta di un terzo posto. Luna Rossa non gode di una buona sorte, il quinto posto sta molto stretto al team italiano.

A Portals si chiude una settimana molto combattuta co il meteo che ha messo a dura prova i nervi dei team con l’assenza di vento nella prima giornata e poi, come nell’ultima prova, con rotazioni e salti del vento che hanno messo in difficoltà i tattici e timonieri della flotta numero al mondo per le regate su monoscafi. Quantum Racing si porta a casa l’ennesimo trofeo, Doug De Vos e il suo dreamteam capitanato da Terry Hutchinson che ha permesso al suo armatore-timoniere di salire ad una media 3.88 nelle regate in cui è stato al timone, quasi al livello del titolatissimo Dean Barke. Azzurra ha ripreso fiducia nei propri mezzi, e se non fosse stato per una penalità viziata da un problema meccanico al traveller, forse saremmo qui a cantar vittoria. A conti fatti il team capitanato da Guillermo Parada ha messo al collo l’argento e preso saldamente il secondo posto anche nella classifica generale del circuito con cinque punti di vantaggio sulla coppia formata da Platoon e Sled. Il team tedesco ha regatato con alti e bassi, un’ultima giornata in gran spolvero non è servita per ricucire gli errori dei giorni scorsi. Sled ha chiuso in settima posizione, concedendo ad Azzurra di farsi recuperare ben 15 punti, un disastro per gli americani di Takashi Okura. Luna Rossa, chiude la settimana con gli alti e bassi a cui ci ha abituato in questi giorni. Momenti da grande team, momenti sfortunati, momenti in cui gli errori hanno rallentato dei propositi molto interessanti, ora i pensieri dei ragazzi del Team Prada dovranno resettare alcune difficoltà evidenziate per chiudere a Valencia una stagione da new entry, ma con un bagaglio sportivo ed una tappa vinta che non sono certo cosa da tutti.

Cronaca delle regate:

L’ultima giornata prende il via con un vento intorno ai 10 nodi di intensità da 230°, grande apprensione per i team. Allo start Luna Rossa paga una partenza troppo “spedita” oltre la linea e deve rientrare, partenza in salita per il Team Prada. Quantum, Sled e Gladiator sulla destra spediti e dalla parte giusta. Pole position per Platoon, Harm Müller-Spreer se la gode in questa prima fase della regata. Dopo i primi duelli di virate si arriva alla boa di bolina, dove Platoon ha consolidato la sua leadership, seguito da Provezza e Alegre. Luna Rossa è ottava dopo una partenza da ripetere, Azzurra nona. Platoon va sulla sinistra in profondità con un vantaggio di sei lunghezza su Provezza, la barca turca manca dalle posizioni di testa, che sia la volta buona. Al gate i tedeschi sono ancora in testa tallonati da Provezza e da Quantum Racing che si porta in terza posizione ai danni di Phoenix. Ottimo recupero per Azzurra, quinta, e Luna Rossa, sesta. Il secondo lato di bolina non presente cambiamenti importanti, la flotta è ben distribuita sul campo, Azzurra recupera un’altra posizione. L’ultimo lato di poppa riapre le possibilità da parte di Provezza di insidiare Platoon, i turchi hanno un angolo migliore, Holmberg porta al massimo la sua barca e sulla linea di arrivo è proprio Provezza a tagliare il traguardo davanti a Quantum Racing, De Vos tira un sospiro di sollievo, terzo Platoon, Azzurra è quarta, Luna Rossa ottava. Nella classifica di tappa Azzurra perde la terza posizione ai danni di Platoon che compie un bel balzo, Luna Rossa è quinta.

Tutto si gioca nell’ultima regata di questa settimana a Portals. Alle 14.35 si accendono le fiamme per l’ultima battaglia delle Baleari di questa stagione. Piccola rotazione, si posticipa la partenza, nervi saldi, Quantum ha un bel margine ma per il podio, tutto può ancora cambiare. Ready to rumble, pronti via, la flotta sembra compressa in controllo l’uno con l’altro. Azzurra, Luna Rossa e Quantum Racing formano il terzetto di testa al passaggio al pin, gli americani in controllo, le due italiane per il podio. La poppa è tutta da vivere, Platoon quarto cerca l’attacco, Quantun controlla, Luna Rossa passa in testa, al gate la coppia Vascotto-Bruni è davanti a Parada-Lange, dietro in terza posizione DeVos-Hutchinson. La classifica di tappa si rimescola, Quantum è praticamente sul gradino più alto ma per il secondo e terzo posto bisogna aspettare la fine. Rotazione del vento improvvisa, Luna Rosa scende in nona posizione, Azzurra è il nuovo leader. Succede di tutto però, nulla è scontato, Quantum è quinto. C’è un cambio di percorso, la boa viene messa a 020°, si salvi chi può, regata più imprevedibile della settimana! Ribaltone, Azzurra in testa davanti a Platoon e Quantum Racing, Luna Rossa in nona posizione. Gladiator alla boa si prende ben due bandiere rosse, è proprio un finale coi botti. Very shifty day, termine che rispecchia quest’ultima giornata, ancor di più regata, vince Azzurra davanti a Platoon, Phoenix, Quantum, Sled, Provezza, Luna Rossa, Alegre, Onda e Gladiator. Quantum re di Portals, Azzurra e Platoon sul podio, peccato per Luna Rossa, troppi intoppi per il team capitanato da Max Sirena.

Doug De Vos (USA) owner driver di Quantum Racing (USA):

“Fantastica giornata per noi, siamo riusciti a minimizzare le perdite cercando di essere consistenti fino alla fine, una buona media quella di questa settimana per noi. In ogni singola regata abbiamo dovuto essere sempre al top per noi che non significa vincere ogni prova ma rimanere sempre in ottima posizione. Ogni giorno è stato un buon giorno. Le difficoltà sono sempre in agguato. Le condizioni qui a Portals sono state molto difficili, i salti di vento hanno messo in difficoltà tutti. Il nostro team è stato fantastico nella conduzione della barca, in ogni condizioni. E’ stata una bella battaglia per Azzurra e Platoon fino all’ultimo bordo. Sono felice di questo traguardo per me e per il team.”
Guillermo Parada (ARG), timoniere e skipper di Azzurra (ITA):

“Sicuramente quella penalità nella quinta regata non ha certo fatto bene alla nostra classifica, ma siamo felici lo stesso di questo secondo posto. Non si può cambiare il passato, quel problema meccanico al traveller ha compromesso quella prova. Una settimana intensa e difficile, la nostra barca ha dimostrato che va molto bene e noi abbiamo navigato bene. Abbiamo dimostrato di aver fatto cose buone, a Valencia cercheremo di coronare l’anno vincendo un evento. Quantum è riuscito a vincere un evento senza vincere neppure una prova. Dobbiamo lavorare sulla nostra barca senza pensare a quello che faranno gli altri, cercando di dare il massimo come sempre. C’è un buon feeling con Santi, oggi è stata una giornata molto difficile per i tattici e per tutto il team, bisognava esser sempre pronti a gestire la barca nei salti di vento.”
Max Sirena (ITA) skipper e pit di Luna Rossa (ITA):

“Una settimana di alti bassi per noi, sotto le nostre aspettative, abbiamo commesso degli errori di tattica, di strategia, di manovre, tutti errori che al nostro livello non avremmo dovuto commettere. Sappiamo su cosa abbiamo sbagliato e faremo un debriefing. C’è un pò di frustrazione per noi, sicuramente il livello del circuito è altissimo ed è un ottimo banco di prova per vedere il set up del gruppo e l’evoluzione che questo team avrà in questi anni di avvicinamento alla Coppa America. Andiamo a Valencia con la consapevolezza di poter far bene, sarà un duro lavoro di team per le prossime tre settimane, staremo a vedere.”
Bruno Zirilli (ITA) navigatore di Azzurra (ITA):

“Oggi due belle regate per noi, nell’ultima prova abbiamo quasi preso Quantum, loro sono stati più costanti di noi questo è certo. Sono contento perchè abbiamo anche allungato su Sled e su Luna Rossa. Potevamo chiudere meglio ma va bene così. Siamo migliorati anche nelle prestazioni.”
Rotta su Valencia per il gran finale di stagione e la 52 SUPER SERIES Valencia Sailing Week 2018.

 

Lascia un commento