Martedì parte la Puerto Portals 52 Super Series Sailing Week

 

La quarta tappa dei cinque eventi delle SUPER SERIES 52 inizia martedì a Puerto Portals, Palma di Maiorca, e sono molti i team che vorrebbero brillare in questo campionato prima del gran finale. Gli artisti di spicco di questa stagione sono i ragazzi di Doug DeVos, il team di Quantum Racing che con due vittorie di tappa e l’iridato in tasca conduce con 19 punti su Sled al secondo posto con l’armatore Takashi Okura, al momento ancora all’asciutto di una vittoria di tappa. Ma il livello è così alto e forse, e visto il processo di assimilazione dei piccoli dettagli delle nove barche nuove di zecca ancora in corso, i risultati sono stati un sali e scendi di prestazioni. Due team hanno vinto, Quantum Racing ha trionfato a Sebenico e Cascais con Dean Barker alla timone e Luna Rossa ha vinto a Zara. Ma con nove team che hanno costruito nuove barche in questa stagione e con un livello così alto, anche solo una vittoria di giornata sembra un successo importante per non avere una stagione deludente.

Il campione in carica delle 52 SUPER SERIES del 2017 Azzurra ha Palmavela, la regata di warm della stagione, ma è stata quarta e poi settima in Croazia, prima di aggiudicarsi il secondo posto dietro Quantum Racing a Cascais, in Portogallo. Lo stato di forma del team è da tenere d’occhio, in virtù anche del passato di vittorie del gruppo guidato da Guillermo Parada proprio nel golfo di Palma di Maiorca. Nelle otto volte in cui la 52 SUPER SERIES si è corsa nella baia di Palma – sia Portals sia alla Copa del Rey – Azzurra è l’unico team ad esser sempre salita sul podio.

Ma il campione del mondo 2017 Harm Müller-Spreer e Provezza di Ergin Imre – vincitori memorabili di questa regata a Puerto Portals lo scorso anno – devono ancora raggiungere il loro consueto alto livello di potenzialità. Platoon ha chiuso le tre tappe con un secondo, un quarto ed un sesto posto e vorrebbe far vedere che può fare di più. Provezza è alla ricerca del primo podio della stagione.

“Niente è andato bene a Cascais. Abbiamo avuto delle brutte partenze. Abbiamo faticato a trovare le giuste modalità nei primi giorni. Quando siamo riusciti ad entrare in buone posizioni nei primi attimi della regata non siamo riusciti a tenere il passo e rimanere in testa, poi quel gennaker finito in acqua è stata la ciliegina sulla torta. Non possiamo incolpare nessun altro se non noi stessi“ – sono le parole di contrariato Dirk De Ridder di Platoon – uomo di America’s Cup e vincitore della Volvo Ocean Race. “ Abbiamo cercato di ripetere l’inizio di stagione ma dobbiamo cercare di esser fiduciosi prima di tutto e giocarcela ad armi pari qui a Palma.

Il navigatore di Provezza, soprannominato il mago della baia di Palma, Nacho Postigo, conferma che la famosa Baia non premia solo i migliori partenti, ma più spesso di quanto si possa immaginare, chi riesce a leggere il vento meglio degli altri.“Normalmente è così a senso unico qui che è estremamente importante iniziare bene. Con una brutta partenza, di solito non si può tornare indietro. Quindi, ad esempio, se sei nella metà inferiore della flotta al punto più alto, è molto difficile tornare indietro “, sottolinea Postigo.

“Ma questo dipende da dove il comitato di regata posiziona il percorso, e da quello che abbiamo visto intendono metterlo più a metà o a destra della Baia e ciò può essere giusto tra le due brezze e quindi può variare molto di più dal punto di vista dell’interpretazione. E alla Copa del Rey quest’anno [due settimane fa] in realtà è stato molto diverso, a volte oscillava a destra a volte a sinistra, insomma tutto molto aperto.”

Per quanto riguarda le possibilità di Provezza di difendere il titolo di Puerto Portals, Postigo sorride:“Abbiamo bisogno di mettere insieme i nostri attributi insieme! Non siamo ancora tornati alla forma migliore in cui siamo stati in questo periodo dell’anno scorso. Alcune delle nuove barche stanno mostrando la loro forza, ma altre sono davvero su un ottovolante. Quantum Racing e Sled stanno andando alla grande, ma tutti gli altri stanno ancora cercando di capire le loro barche.”

Ci sono alcuni cambiamenti significativi a Portals che vedono il ritorno dell’armatore Doug DeVos per guidare Quantum Racing, Dean Barker torna nel ruolo di stratega. In una sede che richiede una partenza precisa, l’esuberante owner driver DeVos dovrebbe realisticamente sperare di migliorare la sua media di gara di 5,5 punti – ottenuta attraverso l’unico evento che ha disputato a Zara, in Croazia – aspirando ad avvicinarsi alla media di Dean Barker con 3.05 punti di media. Gladiator di Tony Langley torna in mare dopo aver saltato il Rolex TP52 World Championship a Cascais a causa degli impegni negli Stati Uniti, a bordo ci sarà il vincitore della Coppa America su Emirates Team New Zealand e medaglia d’oro olimpica Pete Burling come tattico al fianco di Langley.

La tecnologia di tracciamento delle imbarcazioni all’avanguardia consentirà ai Fan delle 52 SUPER SERIES di seguire i team alla Puerto Portals 52 Super Series Sailing Week. Lo streaming è disponibile tramite l’app 52 SUPER SERIES ed è abbinato a commenti di esperti in mare e a terra. Tutti i collegamenti iniziano 15 minuti prima dell’inizio della regata.

 

Lascia un commento