Circolo Velico Ravennate, parlando di scuola vela con la coordinatrice Daniela Rossi

 

È un’altra annata positiva per la Scuola Vela del Circolo Velico Ravennate, che nelle ultime stagioni ha registrato trend in costante crescita per quanto riguarda il numero di giovanissimi atleti che scelgono di avvicinarsi allo sport della vela nei mesi estivi.

Abbiamo chiesto a Daniela Rossi, socia storica del sodalizio di Via Molo Dalmazia e responsabile della scuola vela, di raccontarci dell’organizzazione della Scuola del Circolo Velico Ravennate: “La nostra Scuola Vela è diventata ormai un punto di riferimento per tanti genitori e ragazzi desiderosi di praticare attività sportiva anche nei mesi estivi: finora quest’anno abbiamo registrato 170 partecipanti, ma ciò che ci rende più orgogliosi, guardando anche ai risultati del passato, è che circa la metà degli iscritti che si approccia per la prima volta alla vela decide poi di proseguire nell’attività anche nei mesi invernali”.

Nonostante l’elevato numero di partecipanti, a ciascun bambino e ragazzo è garantito un piano di avvicinamento alla vela personalizzato: “Accogliamo partecipanti di età compresa tra i 6 e i 18 anni, l’unico requisito è che sappiano nuotare. Nei mesi di giugno e luglio i corsi hanno durata bisettimanale, mentre ad agosto ci si limita ad una settimana per turno. A seconda dell’età, delle capacità e delle esperienze pregresse, ad ogni bambino è garantito l’inserimento nel gruppo più adatto al suo livello, così che il gioco sia ad armi pari e divertente per tutti. Questo è reso possibile dagli oltre dieci istruttori ed altrettanti aiutanti che ogni anno prestano il loro servizio per la nostra Scuola Vela, e dalla flotta di imbarcazioni adatte a tutti i livelli messe a disposizione dal Circolo Velico Ravennate per gli allievi: 17 Optimist, 2 RS Feva, 2 Laser 4.7, 2 420, 2 Trident 16, una flotta che si adatta a tutte le necessità”.

Non solo vela, però: la Scuola Vela del Circolo Velico Ravennate, in partnership con diverse associazioni, impegna i piccoli velisti anche in laboratori creativi, motori e in supporto alla difesa dei mari: “Le giornate dei nostri atleti sono molto piene, qui al Circolo Velico Ravennate: si inizia la mattina alle 8.30 armando le barche per uscire in mare. Tre volte alla settimana, si fa attività fisica in spiaggia con giochi di abilità organizzati dalla dottoressa in Scienze Motorie Francesca Casadio, anche se la maggior parte della giornata è dedicata alla vela. Dopo la pausa pranzo, che si condivide con tutti i partecipanti nei locali del Circolo Velico Ravennate, riprendono le uscite in mare o si partecipa ai laboratori. Il nostro socio Sauro Servadei inizia i piccoli velisti all’arte marinaresca, insegnando loro i principali nodi e raccontando le più belle storie di marinai; l’ente di ricerca Cestha organizza attività volte alla sensibilizzazione per la tutela dei mari, mentre l’associazione Tralenuvole promuove laboratori didattici, letture animate ed altre attività di animazione”.

E le attività non finiscono con l’ultimo giorno di scuola vela: “Ogni anno, a settembre, organizziamo il Trofeo Panzavolta, ormai appuntamento immancabile per tutte le scuole vela della Romagna: i giovanissimi velisti si riuniscono a Ravenna per disputare una delle prime regate della loro vita, e dopo di loro, a sfidarsi sono i loro istruttori, sempre a bordo di imbarcazioni Optimist”.

La Scuola Vela è quindi il primo passo per lanciarsi nel mondo della vela: “La soddisfazione più grande è vedere i bambini responsabilizzarsi ogni giorno di più, imparare il lavoro di squadra e il rispetto per il mare. I risultati agonistici arrivano man mano, ma non devono essere la priorità: è comunque motivo di grande orgoglio vedere atleti “nati e cresciuti” in casa CVR ottenere risultati importanti, come Lorenzo Pezzilli che ha da poco guadagnato la medaglia di bronzo al Campionato Europeo Optimist, garantendosi la convocazione nella Nazionale azzurra”.

 

Lascia un commento