L’8 e 9 settembre 2018 la seconda edizione dell’International Hannibal Classic

L’8 e 9 settembre 2018 si svolgerà la seconda edizione dell’International Hannibal Classic, regata per vele d’epoca e classiche organizzata dallo Yacht Club Hannibal di Monfalcone. Dinner buffet per gli equipaggi venerdì 7 settembre e partenza il giorno successivo da Monfalcone con arrivo a Portorose, in Slovenia, dopo avere attraversato il Golfo di Trieste. Percorso inverso la domenica, con rientro al Marina Hannibal e premiazione. L’evento, sponsorizzato dal Marina Hannibal e dal marchio italiano di occhialeria W-EYE, sarà anche terza tappa della Coppa AIVE dell’Adriatico, patrocinata dall’Associazione Italiana Vele d’Epoca. Quest’anno la regata sarà dedicata al velista Sergio Sorrentino, il campione della classe Dragone anche fondatore del Marina Hannibal scomparso nel 2017.   

LE VELE D’EPOCA ATTRAVERSO IL GOLFO DI TRIESTE

Dopo la prima edizione del 2017, quando a causa delle avverse condizioni meteorologiche non è stato possibile approdare in Slovenia, per la prima volta le vele d’epoca dell’Adriatico disputeranno una regata in un contesto internazionale. L’8 e 9 settembre 2018 si correrà infatti l’International Hannibal Classic (www.yachtclubhannibal.it), regata per scafi d’epoca e classici con partenza dal Marina Hannibal di Monfalcone (GO), arrivo a Portorose in Slovenia dopo circa 18 miglia di mare attraverso il Golfo di Trieste, sosta notturna il sabato sera presso la città slovena e rientro a Monfalcone il giorno successivo. La manifestazione, sponsorizzata dal Marina Hannibal e dal marchio di occhialeria italiano W-EYE, è organizzata dallo Yacht Club Hannibal sotto la direzione sportiva di Loris Plet, con il patrocinio del Comune di Monfalcone e dell’AIVE/CIM, l’Associazione Italiana Vele d’Epoca responsabile della stazza delle imbarcazioni e delle classifiche.

LA TERZA TAPPA DELLA COPPA AIVE DELL’ADRIATICO

Venerdì 7 settembre alle ore 18.30, presso il Marina Hannibal, si svolgerà una conferenza del Professore Edino Valcovich, anche acquerellista autore della locandina della manifestazione, sull’architettura del Marina Hannibal, ideato nel 1964 dall’architetto Carlo Mangani che presenzierà al raduno. Alle ore 20 gli equipaggi parteciperanno al dinner buffet allestito presso il Marina Hannibal. Ogni armatore riceverà uno speciale occhiale da sole, costruito in Mogano Sapelli su disegno di Matteo Ragni, realizzato in esclusiva e in edizione limitata dall’azienda W-EYE di Udine, sponsor dell’evento. Dopo gli appuntamenti “Portopiccolo Classic” (9-10 giugno) di Sistiana (TS) e il “Trofeo Principato di Monaco” a Venezia (23-24 giugno), l’evento rappresenta la terza tappa del Circuito AIVE dell’Adriatico, cui faranno seguito gli appuntamenti “XXI Raduno Città di Trieste” (6-7 ottobre) e “Barcolana Classic” di Trieste (13 ottobre).     

LE CLASSI DI IMBARCAZIONI: EPOCA, CLASSICHE, SCIARRELLI, PASSERE E SPIRIT OF TRADITION

Alla “International Hannibal Classic” potranno partecipare gli yachts in legno o in metallo di costruzione anteriore al 1950 (Yachts d’Epoca) e al 1976 (Yachts Classici), nonché le loro repliche individuabili secondo quanto disposto dal “Regolamento per la stazza e le regate degli Yachts d’Epoca e Classici – C.I.M. 2018-2021”. Previste classifiche separate per le imbarcazioni progettate da Carlo Sciarrelli, per le imbarcazioni tradizionali tipo “Passere” e per le imbarcazioni “Spirit of Tradition”. L’ammissione di altre tipologie di imbarcazioni verrà valutata a insindacabile giudizio del comitato organizzatore. Il pubblico potrà visitare gli scafi all’ormeggio sia presso le banchine del Marina Hannibal che presso la città di Portorose. 

IL “MEMORIAL SERGIO SORRENTINO”

Quest’anno la regata sarà dedicata a Sergio Sorrentino, il famoso velista nato a Trieste nel 1924 e scomparso l’1 luglio 2017. Sorrentino è stato una figura importante a livello internazionale. Timoniere del Dragone, la classe monotipo a chiglia più diffusa al mondo progettata nel 1929 dal norvegese Johan Anker, ha conquistato il più alto gradino del podio al Campionato del mondo del 1958 in Svezia, oltre all’Europeo del 1953, 1956 e 1964 e vestito la maglia azzurra anche in occasione delle Olimpiadi. Ha fondato il Marina Hannibal di Monfalcone, inaugurato ufficialmente nel 1966, così chiamato in onore del suo membro di equipaggio Annibale ‘Hannibal’ Pelaschier (zio del campione Mauro). Proprio qui venne fondata la “Tito Nordio”, la prima scuola di vela della FIV, Federazione Italiana Vela.

Lascia un commento