Il Melges 32 “Dumbo Vit” di Alessandro Lotto vince a Riva del Garda la 67^ Nastro Azzurro

Due fantastiche giornate di sole e vento hanno offerto condizioni perfette per le regate d’altura in programma alla Fraglia Vela Riva nel week end: in abbinata si sono svolti infatti il Trofeo Rothoblass disputato sabato con tre prove a bastone e il Trofeo Nastro Azzurro con la lunga di domenica. Due eventi complementari, che hanno impegnato un quarantina di barche, tra cui 9 H22, il monotipo che sta avendo buon successo per le performance della barca, ma anche per lo spirito molto collaborativo che c’è tra tutti gli armatori e appassionati di questa classe.

Nastro Azzurro

La storica regata della Fraglia Vela Riva che quest’anno ha compiuto 67 anni, ha previsto come di consueto l’affascinante percorso che, partendo da Riva va a girare l’isola dell’Olivo all’altezza dell’abitato di Malcesine per poi tornare con una bella impoppata a Riva (naturalmente in condizioni normali con vento da sud). Il Nastro Azzurro viene da sempre consegnato all’armatore poco dopo che la prima barca taglia il traguardo in tempo reale e quest’anno è toccato a Dumbo Vit di Alessandro Lotto, che – essendo anche timoniere – è stato premiato con il Trofeo Luca Dorigoni. Premio speciale sempre a bordo di Dumbo Vit: il “Memorial della Donatrice” Trofeo Aido-Avis-Anto offerto dall’UdR Gianpiero Menoni (in arte MGP) è stato assegnato alla prima donna classificata. Il Trofeo Galeotto, assegnato al primo socio Fraglia Vela Riva alla Nastro Azzurro, è stato vinto da Paolo Malossini, coaudiuvato da un mix di amici, che spesso danno una mano a terra e in acqua durante le regate più impegnative organizzate dalla Fraglia Vela Riva.

Trofeo Rothoblass

Il Trofeo Rothoblass ha preso in considerazione le tre prove a bastone disputate sabato, sommate alla classifica del Trofeo Nastro Azzurro, in tempo compensato. Nelle varie classi vittoria di Dumbo Vit, Atreju, Antigraffio.

Lascia un commento