52 Super Series: Quantum Regina di Croazia

 

Quantum Racing di Doug DeVos vince la Sibenik 52 SUPER SERIES Sailing Week, primo evento della 52 SUPER SERIES 2018. Gli americani controllano nell’ultima giornata il margine acquisito e nell’unica prova svolta, chiudono in settimana posizione, ma non c’è storia per gli altri. Il secondo posto finisce nelle mani di Harm Müller-Spreer e la sua Platoon in rimonta, terzo posto per gli americani di Sled che chiudono male l’ultima prova, solo decimi.

E’ stato il lancio ufficiale della 52 SUPER SERIES 2018, all’evento di Sebenico sono arrivate dodici imbarcazioni di cui 9 nuove barche, una flotta così non si era mai vista, le new entry, i big team e coloro che in questo circuito ci regatano da anni. La settimana di regate ha messo in evidenza le tante difficoltà di chi ha una barca nuova, un nuovo team e un progetto da sviluppare. A trarre il miglior beneficio è stato il big team americano Quantum Racing, a quanto pare, malgrado la barca fosse nuova di zecca, il team ha sfruttato l’esperienza di tutti gli elementi, ha messo a frutto gli allenamenti invernali nel match race e tranne nella regata costiera, non ha sbagliato un colpo. Da un designer all’altro, Quantum è un progetto Botin, Platoon è Vrooljik, dire qual’è la barca migliore risulta alquanto difficile. Con una vittoria nella regata finale, i tedeschi chiudono in seconda posizione, non male per Harm Müller-Spreer e il suo team. Sled inizia male e finisce male, in mezzo tante ottime regate chi gli valgono la terza piazza, la barca di Takashi Okura sembra proprio andare svelta, c’è da lavorare ancora, ma il progetto è molto buono. Azzurra era la favorita, chiude in quarta posizione, con due decimi posti non avrebbe potuto ambire ad un posto più alto nella classifica generale. Onda è quinta, il progetto brasiliano ha dimostrato in alcune occasioni di avere i numeri per far bene, c’è da esser contenti. Luna Rossa chiude in sesta posizione, si poteva fare di più, ma i numeri la dicono tutta sulla buona prestazione di un team ed una barca completamente nuovi, le prossime settimane saranno utili per migliorare e poter arrivare a Zara con qualche cartuccia in più da sparare, ne siamo certi. Xio è fanalino di coda, esser già in questo circuito è una vittoria, per il team marchigiano questa manifestazione è una palestra incredibile.
Cronaca della regata: 

è l’ultimo giorno, il vento è previsto salire nel primo pomeriggio, si inizia con ritardo, i team provano le fasi di start ma il vento è troppo instabile per poter posizionare il campo di regata. Alle 14.20 arriva il primo segnale di giornate, le procedure sono lanciate, bagarre per la miglior posizione. Paprec abbonata alla sinistra, Alegre tutta a destra, sembra la scelta migliore, Azzurra soffre, Onda cerca la destra con forza, bella battaglia sulla sinistra tra Paprec e Azzurra, virata su virata si sale lungo il primo lato di questa ottava prova del primo evento del circuito. Platoon e Quantum sembrano avere la miglior velocità di bolina, Sled non è in forma come nelle giornate passate. Platoon a destra vira sulla layline e si dirige vero la boa davanti a Phoenix, Alegre e Luna Rossa. Si forma un trenino sulla layline di destra, solo Luna Rossa e Paprec arrivano dalla sinistra. Platoon, Phoenix, Alegre, Quantum Racing, Luna Rossa di misura su Gladiator e Onda, bella lezione di Francesco Bruni all’ingresso in boa. Platoon strama al centro dello schieramento, lo seguono Alegre e Quantum che tallone la barca inglese. Platoon va profonda sulla sinistra, Alegre e Quantum seguono, Luna Rossa in quarta posizione cerca la pressione sulla destra. Platoon e Phonix al gate molto vicine, ottima poppa di Luna Rossa che gira terza. E’ una bella prova quella della coppia Bruni-Vascotto, anche nell’ultima poppa il podio è lo stesso, Platoon chiude con una vittoria, Phoenix è seconda, terza Luna Rossa, Azzurra è sesta, strambando in faccia a Quantum proprio sulla linea d’arrivo, gli gli americani protestano ma gli umpire “alzano” la bandiera verde. Va bene così per Terry Hutchinson e la sua ciurma, “no more race today”, finisce così con una sola prova e la vittoria di Quantum Rancing, Platoon e Sled.

Terry Hutchinson (USA) tattico di Quantum Racing (USA): “E ‘stato un lungo inverno. Siamo fortunati ad avere un incredibile gruppo di professionisti e tutti prendono sul serio il loro lavoro, mi lamento di perdere quattro barche sottovento nel corso della regata ma poi la vinciamo è incredibile questo sport.. Anche se vinciamo non mai smettere di pensare a come possiamo migliorare “.

Pablo Roemmers (ARG) armatore Azzurra (ITA): “abbiamo regatato in un posto bellissimo, un marina accogliente e delle condizioni meteo divertenti anche difficili però. La nostra settimana è stata difficile, la flotta è molto competitiva, con nove nuove barche è tutto molto difficile, siamo comunque soddisfatti di questo quarto posto”.

John Kostekci (USA) tatti di Platoon (GER):“non puoi giocare sul sicuro altrimenti sarai dietro, devi andare in mare sempre per vincere, non ti devi mai adagiare. Noi abbiamo piccole cose su cui possiamo migliorare, siamo in grado di stringere al vento in modo eccellente. Probabilmente a Zara ci sarà di nuovo aria leggera e sarà difficile, quindi dobbiamo fare delle buone partenze per arrivare primi”.

Ray Davies (NZL) tattico di Sled (USA):“sono un pò deluso perché la squadra stava andando molto bene, la barca è veloce e abbiamo avuto la possibilità di rimanere secondi. Ma tutto sommato siamo entusiasti di come è andata. Di certo a inizio settimana avrei firmato per un terzo posto, quindi devo essere abbastanza contento, lo siamo direi. Abbiamo un sacco di cose su cui lavorare, sembra che tutto stia migliorando giorno dopo giorno. Siamo tutti sono motivati, è un grande gruppo di persone e Mr. Okura è davvero un timoniere fantastico che lo rende divertente.”

Santiago Lange (ARG) tattico di Azzurra (ITA):“Ovviamente non è stata una settimana facile per noi, ci sono stati dei momenti più difficili nella seconda e terza giornata. Sono molto felice del team, del lavoro fatto, ognuno ha lavorato al massimo. Ora mi concedo una pausa per le World Series di Naccra e poi saremo a Zara, sarà una settimana dove dovremo dimostrare la nostra forza.”

Si chiude la prima tappa della 52 SUPER SERIES, Sebenico è stata all’altezza di un evento unico e di altissimo livello, le barche fanno rotta su Zara, sempre in Croazia dal 20 al 24 giugno per la 52 SUPER SERIES Zadar Royal Cup 2018.

 

Lascia un commento