Con gli arrivi della notte conclusa La Duecento del Circolo Nautico Santa Margherita

 

Nottata di arrivi a Caorle per la 24^ edizione de La Duecento, organizzata dal Circolo Nautico Porto Santa Margherita in collaborazione con Birra Paulaner, Marina 4, Dial Bevande e Cantina Colli del Soligo.

La Duecento, sulla rotta Caorle-Grado-Sansego (CRO) e ritorno, anche quest’anno si conferma regata di alto profilo tecnico, con numerose incognite lungo la costa.

E’ stata una regata dalle molteplici partenze e altrettante fermate, il vento,qualche bonaccia notturna, la pioggia e i salti hanno più volte rimescolato le posizioni al vertice.

Nella serata tra sabato 5 e domenica 6 maggio un benefico leggero vento di bora ha soffiato sulle ultime miglia, permettendo alla flotta di tagliare il traguardo.

La prima imbarcazione assoluta e XTutti a tagliare il traguardo sabato 5 maggio alle ore 23.48, aggiudicandosi il Trofeo Paulaner Line Honour è stata Freccia del Chienti, Farr 400 di Piero Paniccia, con al suo fianco tra gli altri Gianmaria “Chicco” Capecci, Andrea Casale e Nigel Owen King.

Emozionato all’arrivo Piero Paniccia, che torna a Caorle dopo dieci anni, ancora da vincitore “E’ stata una regata molto impegnativa” dichiara all’arrivo “ci sono stati molti salti di vento e dopo Parenzo la flotta si è compattata, ci siamo ritrovati circondati. Alla fine dell’Istria il vento ha girato a est e siamo riusciti a girare bene Sansego, poi fino all’arrivo abbiamo dovuto lottare per mantenere la testa della flotta.”

“E’ stata una regata molto tecnica” gli fa eco Chicco Capecci “il mare adriatico riserva sempre molte sorprese e fino all’ultimo miglio abbiamo dovuto fare moltissimi cambi vele”.

Seguivano dopo circa mezz’ora, a distanza di pochi minuti e a volte pochi secondi sulla linea di arrivo più che mai affollata, Margherita di Piero Burello, Victor-X di Vittorio Margherita, Talitha di Maurizio Merenda, Luna per te dello Sporting Club Duevele.

La prima imbarcazione della categoria X2 a tagliare il traguardo è stata Kika Green Challenge, Class 40 dei fratelli Alessio e Cristiano Verardo alle00.48 del 6 maggio, entusiasti per il risultato “ Questa regata, anche grazie al periodo in cui si svolge, presenta sempre situazioni interessanti e varie difficoltà, nonostante il percorso relativamente breve.” commenta Cristiano Verardo “questa volta il meteo particolarmente “muscoloso” ci ha dato modo di esprimere il potenziale nostro e della barca, abbiamo tirato dall’inizio alla fine senza risparmiarci nei numerosi cambi vele e la soddisfazione per avervinto il Trofeo Paulaner Line Honour X2 per la seconda volta è grande.”

La prima imbarcazione della categoria Trimarani al traguardo è stata Sayg I di Andreas Hofmaier alle 00.54, che dopo un avvincente match-race nelle ultime trenta miglia, ha preceduto di soli due minuti Wilde Perle II di Karlheinz Mueller, imbarcazione di soli 28 piedi che ha condotto una regata impeccabile, sempre nel gruppo di testa, dando del filo da torcere a scafi molto più grandi.

Gli arrivi sono continuati per tutta la nottata e la mattinata. Per decretare ivincitori assoluti de La Duecento 2018 con i tempi compensati, bisognerà attendere l’arrivo di tutte le imbarcazioni ancora in regata nel gruppo di coda, entro il tempo limite delle 20.30 di domenica 6 maggio.

La Duecento, quarta tappa del Campionato Italiano Offshore, valida per l’assegnazione del Trofeo Masserotti, si corre con i sistemi compensati ORC, IRC e Mocra.

La regata può essere seguita live nel sito www.cnsm.org grazie ai sistemi di rilevamento satellitari SGS installati a bordo di ciascuna imbarcazione partecipante e nella pagina Facebook Circolo Nautico Porto Santa Margherita.

 

Lascia un commento