Venezia avrà il proprio “Codice etico dello sport”

La Giunta Comunale, su proposta del sindaco Luigi Brugnaro, ha approvato la delibera che istituisce gli indirizzi per la redazione del “Codice etico dello sport e dell’associazionismo sportivo”.

“Già nelle Linee Programmatiche di mandato l’Amministrazione comunale ha dato ampio risalto alla cultura e all’esperienza sportiva, che rappresentano, sempre di più, uno degli elementi fondamentali per insegnare ai giovani il lavoro di squadra, l’ascolto dei bisogni dell’altro, la capacità di affrontare problemi e prendere le necessarie decisioni per il raggiungimento del risultato – commenta il presidente della Commissione Sport Matteo Senno. Con questo spirito e su precisa indicazione del sindaco Luigi Brugnaro, la Giunta ha voluto che i valori che da sempre sono alla base di tutte le attività sportive diventassero i punti saldi sui quali costruire il “Codice etico dello sport e dell’associazionismo sportivo”. Un insieme di regole comportamentali in grado di armonizzare e disciplinare l’attività, il comportamento in ambito sportivo e l’organizzazione delle società che si dedicano a questo. Verranno quindi individuati i principi fondamentali di lealtà, correttezza e integrità attraverso un’azione di condivisione e accettazione con le realtà associazionistiche sportive del territorio, siano queste professionistiche o dilettantistiche. Valori che diventeranno requisito necessario per la concessione e gestione degli impianti sportivi comunali, per la concessione d’uso continuativo degli stessi e delle palestre fino alla loro utilizzo gratuito o all’assegnazione di eventuali contributi.”

“Un segnale di garanzia – aggiunge il consigliere delegato Paolino D’Anna – per quanti praticano sport e vogliono avere la certezza che l’associazione sportiva di riferimento agisca nel rispetto di un codice etico. Un ulteriore passo in avanti a promozione dello sport e che sarà importantissimo all’inizio del prossimo anno scolastico quando i genitori dei bambini li iscriveranno alla Scuola Primaria e si troveranno a dover decidere a quale attività sportiva iscrivere il proprio figlio. In quell’occasione infatti – conclude D’Anna – le famiglie potranno destinare ad una associazione sportiva che ha sottoscritto il Codice etico il voucher che il Comune di Venezia ha deciso di donare per incentivare l’attività sportiva dei più giovani.”

Lascia un commento