Bavaria verso il fallimento

 

Secondo quanto riporta la rivista tedesca “Yacht”, quello che fino ad oggi era considerato uno dei più grandi cantieri a livello mondiale, non navigherebbe in acque tranquille. Gli investitori dei fondi Oaktree e Anchorage avrebbero ritirato i lori capitali e ciò avrebbe spinto il cantiere Bavaria a presentare istanza di fallimento in tribunale.

Il motivo sarebbe un pesante indebitamento, che si aggirerebbe secondo i meglio informati intorno a qualche centinaio di milioni di euro. Ciò avrebbe portato il cantiere a chiedere l’istanza di fallimento e a licenziare l’a.d. Lutz Henkel che era in carica dal 2015.

A complicare ulteriormente la situazione economica del cantiere anche alcuni problemi che – secondo quanto riporta il portale solovela.net – sarebbero stati riscontrati in fase di produzione dei nuovi modelli, tra questi anche il C57 prodotto in solo quattro esemplari a fronte di vendite di gran lunga superiori, costringendo numerosi importatori a restituire le caparre già versate.

L’augurio è che il cantiere, da sempre simbolo di professionalità ed affidabilità, possa al più presto risollevarsi da questa situazione.

 

Lascia un commento