Presentato il Campionato Italiano Assoluto 2018

 

Il Reale Yacht Club Canottieri Savoia e il Circolo Nautico Punta Imperatore, su indicazione di Federazione Italiana Vela e UVAI (Unione Vela Altura Italiana) e con i patrocini di Regione Campania, Comune di Forio d’Ischia e Coni – Comitato Regionale Campania, sono i circoli organizzatori.

La manifestazione è stata presentata oggi nei saloni del Circolo Savoia di Napoli. Il Campionato Italiano Assoluto 2018 si svolgerà a Forio d’Ischia dal 19 al 23 giugno, attesi 80 scafi e 1.000 velisti, in palio il Trofeo DHL.

Si tratta del Campionato più importate della vela d’altura italiana, al quale negli ultimi anni hanno partecipato mediamente 80 barche, con un migliaio di velisti impegnati e una grande attenzione riservata dai media europei. La regata è a partecipazione internazionale, il titolo tricolore verrà assegnato al migliore scafo italiano. La manifestazione mette in palio il Trofeo UVAI, il Trofeo Carlo de Zerbi e per la prima volta il Trofeo DHL, sponsor del campionato.

Sono previsti due campi di regata, entrambi al largo di Forio, zona che consente di regatare sia con perturbazioni, con le condizioni che diventano molto tecniche, che col tempo sereno che genera una termica con 12-15 nodi. Un campo che esalta gli aspetti tecnici della vela. Mentre, una volta scesi a terra, i velisti troveranno un paese storico, ricco di ristoranti, alberghi, terme, spiagge e attività sportive.

La sera di venerdì 22 giugno una festa a tema celebrerà i “favolosi anni ’70”, alla quale parteciperanno non solo i velisti, ma anche i villeggianti.

Ad accogliere i velisti sarà il Marina del Raggio Verde, porticciolo “gioiello” di recente costruzione nel cuore di Forio da 350 posti barca. I circoli organizzatori hanno siglato con le istituzioni un accordo che prevede tariffe di ormeggio agevolate anche per il periodo precedente la regata, allo scopo di incentivare la permanenza nel golfo delle imbarcazioni che, un mese prima, si recheranno a Capri per disputare la Rolex Cup.

Gli organizzatori hanno previsto la possibilità di iscriversi direttamente sul sito ufficiale della manifestazione, www.campionatoitalianoaltura2018.it. Le iscrizioni sono già aperte, tra le prime imbarcazioni a confermare la partecipazione Alvarosky, Raffica, Stern-Enway e Scugnizza.

Grazie all’interesse per il mondo della vela da parte della DHL e alla intercessione dell’ad Alberto Nobis, la regata avrà come title sponsor DHL Express, che mette in palio un proprio trofeo per i vincitori. Anche la Ferrarelle è stata attratta dal fascino di questa manifestazione e sarà presente con i suoi prodotti nel porticciolo di Punta Imperatore a beneficio dei concorrenti, grazie alla passione velica del presidente Carlo Pontecorvo.

Per raggiungere l’isola di Ischia è stata siglata una convenzione con Alilauro, che dal 17 al 25 Giugno prevede una tariffa di 16,00 euro a passeggero per la tratta Napoli Molo Beverello-Forio. Per aderire alla convenzione occorrerà stampare e presentare in biglietteria il voucher scaricabile dal sito ufficiale della manifestazione, nella sezione “Come raggiungerci”.

Carlo Campobasso, presidente Circolo Savoia: “Per il 125 esimo anno dalla fondazione del Circolo Savoia siamo riusciti ad ottenere dall’Uvai e dalla FIV l’assegnazione di questo importante campionato italiano. L’evento completa, dopo il 25° Trofeo internazionale Marcello Campobasso tenutosi ai primi di gennaio, la Coppa Italia FINN disputata il 10 e 11 marzo e la 15^ edizione delle Vele d’Epoca a Napoli in programma a luglio, il calendario di eventi velici di prestigio organizzati dal Savoia per festeggiare degnamente questa ricorrenza. Sensibili all’esigenza di rivitalizzare il turismo dell’isola di Ischia, dopo gli eventi sismici dello scorso agosto, abbiamo deciso di spostare tutta l’organizzazione del Circolo Savoia a Forio d’Ischia. L’evento genererà un flusso di visitatori, tra concorrenti ed accompagnatori, di circa mille persone dal 19 al 23 giugno prossimi, e cioè in un periodo di medio-bassa stagione per l’isola che certamente contribuirà alla rivitalizzazione dell’economia isolana. Con Orofino abbiamo raggiunto una sinergia perfetta ed organizzeremo di certo un campionato che sia per la parte velica che per l’organizzazione di eventi a terra, resterà certamente impresso nella memoria di tutti i concorrenti. Auspichiamo di attirare non solo la flotta del Mar Tirreno, ma anche molti competitor provenienti dal mare Adriatico che certamente vorranno ricambiare la partecipazione che lo scorso anno la flotta del Tirreno volle fare al campionato di Monfalcone”.

Pasquale Orofino, presidente del Circolo Punta Imperatore: “In questo mare abbiamo già ospitato il Campionato italiano X41 e altri eventi di prestigio, però mai un Campionato italiano d’altura che ha un fascino particolare e dove ci aspettiamo la presenza di un numero elevato di barche. Manifestazioni così, oltre all’innegabile valore sportivo, servono a rivitalizzare il territorio. Non dimentico che l’isola d’Ischia la scorsa estate è stata colpita da un terremoto le cui conseguenze hanno fortemente penalizzato le attività commerciali. I meriti vanno anche alle istituzioni: il sindaco di Forio, Del Deo, ha compreso l’importanza di certe manifestazioni che esaltano la cultura del mare e ha avuto la sensibilità di spingere per l’arrivo di questo evento. Sono previsti in tutto quattro giorni di regate, le barche saranno ormeggiare in un porto da 350 posti barca attrezzato con colonnine, acqua e guardiania”.

Il primo cittadino di Forio, Francesco Del Deo, afferma: “Cerchiamo di animare Forio con grandi eventi legati al mare, principalmente di vela ma anche di motonautica e di altri sport. Spero che le istituzioni possano impegnarsi sempre più per la nautica, il mare è libertà ma anche lavoro, un volano di sviluppo per il territorio”.

Francesco Lo Schiavo, presidente V Zona FIV: “L’assegnazione del Campionato Italiano ORC a Forio d’Ischia con l’organizzazione del Reale Yacht Club Canottieri Savoia e dal Circolo Punta Imperatore è un forte riconoscimento alla capacità organizzativa dei Circoli Campani, all’attrattività del campo di regata del Golfo di Napoli ed anche un impulso alle diverse flotte dell’altura che caratterizzano l’attività lungo la costa campana”.

 

Lascia un commento