Grazie a Meteorsharing anche la vela è protagonista a Venezia al “Play day”

 

Si è svolta questa mattina alla Stazione Marittima di Venezia la prima edizione di “Play Day”, una giornata all’insegna dello sport, dell’inclusione e della solidarietà. A promuovere l’iniziativa l’associazione “Amici della Laguna e del Porto”.

La giornata di “Play Day” è iniziata alle ore 9: per tutta la mattina gli oltre 1200 bambini e ragazzi hanno potuto cimentarsi in sport come il basket, il calcio, la vela – grazie ai meteor messi a disposizione da Meteorsharing – e la voga alla veneta, assistere ad alcune dimostrazioni di sport praticati da atleti con disabilità come baskin o wheelchair hockey, o salire sul “Desire”, una barca a vela completamente accessibile a persone disabili.

“L’associazione ‘Amici della Laguna e del Porto’ – ha ricordato l’assessore Venturini – ha iniziato con piccoli eventi e ora è una realtà consolidata nel mondo del terzo settore, anche su scala metropolitana. Il supporto dato a questa iniziativa evidenzia gli intenti comuni del Porto e della Città: rendere Venezia ancora più bella, con più posti di lavoro e più spazio per il welfare. Questa iniziativa è riuscita a catalizzare molte energie positive del territorio che hanno trovato sintesi nelle istituzioni; grazie a tutti quelli che hanno creduto in questo progetto che contribuisce a migliorare la nostra città, soprattutto gli organizzatori dell’evento e ai partecipanti che, seppur giovani, hanno dimostrato la loro consapevolezza e i loro valori senza tener conto delle diversità”.

Non sono mancati inoltre il laboratorio colori, per divertirsi a disegnare con speciali pennarelli su alcune automobili bianche messe a disposizione, i gonfiabili e i giochi d’acqua offerti dai rimorchiatori aderenti. Alle ore 12 è stata aperta la mostra con tutti i disegni realizzati dai bambini che hanno partecipato ai progetti; la giornata si è conclusa alle ore 13 con la cerimonia di premiazione dei vincitori.

 

Lascia un commento