Trofeo Princesa Sofia: Gli azzurri tornano da Palma con due medaglie

Sabato 7 aprile verrà ricordato per le vittorie al Trofeo Princesa Sofia di Ruggero Tita e Caterina Banti (SV Guardia di Finanza/CC Aniene) nei Nacra 17, della medaglia di bronzo a Flavia Tartaglini (SV Guardia di Finanza) negli RS:X.

A Palma di Maiorca, l’equipaggio italiano del catamarano olimpico misto, aveva già vinto ieri con un giorno di anticipo, ma ha partecipato comunque alla Medal Race di oggi per provare a vincere il Trofeo Princesa Sofia che va all’equipaggio con il minor punteggio su tutte le prove, hanno chiuso ottavi l’ultima prova a punteggio doppio e Lorenzo Bressani e Cecilia Zorzi (CC Aniene/Marina Militare) sesti per finire con un bel quinto in generale. Dietro a Tita – Banti ci sono i britannici Campioni del Mondo in carica Ben Saxton e Nicola Boniface e gli spagnoli Fernando Echavarri – Tara Pacheco.

Flavia Tartaglini (SV Guardia di Finanza) chiude una settimana che dimostra ancora una volta la sua grande maturità sul campo. Iniziata in sordina è riuscita negli ultimi giorni a costruire un vantaggio sul resto della flotta. Settima in Medal Race riporta in Italia la medaglia di bronzo dietro alla cinese Pei Na Chen, argento, e all’olandese Lilian De Deus, oro.

Grande miglioramento registrato da Alessio Spadoni (CC Aniene) nei Finn. Durante la settimana è stato sempre tra i migliori, una giornata ha anche chiuso in terza posizione dietro al vincitore – e dominatore indiscusso della classe – Giles Scott, e chiude in 11esima posizione, a soli cinque punti dalla Medal Race. Tre dei cinque equipaggi italiani di 49er si trovano intorno al 20esimo posto raccolti in 10 punti: Jacopo Plazzi Marzotto e Andrea Tesei (CC Aniene) 18esimi a 162 punti, Uberto Crivelli Visconti e Gianmarco Togni (Marina Militare), ventesimi a 167.4 e Pietro Sibello e Giacomo Cavalli (CNAM Alassio/CV Gargnano) ventunesimi con 172. Sibello era venuto a Palma per riprovare il piacere di regatare con il 49er e si augurava di entrare in gold fleet, obiettivo che ha ampiamente raggiunto. Silvia Zennaro (SV Guardia di Finanza) che termina la regata nella baia di Palma al 19esimo posto a causa di due ultime giornate non brillanti.

“Due podi erano sicuramente un target alla nostra portata e lo abbiamo centrato – dichiara da Palma il Direttore Tecnico FIV, Michele Marchesini – dà soddisfazione essere tra le squadre multimedagliate ad una grande regata classica. Credo sia superfluo sottolineare le splendide prestazioni di Tita-Banti, Tartaglini, ma anche di Bressani-Zorzi e Spadoni che raccolgono qui i migliori risultati in carriera: un ottimo auspicio dietro al quale c’è tanto lavoro. Ci sono d’altra parte situazioni che vanno rivalutate ancor meglio alla luce di certe debacle, il potenziale di alcuni è molto più grande di quanto espresso qui e vogliamo intervenire, al di là di quelli che vedono sempre il bicchiere mezzo vuoto. Lavoriamo sodo e l’Italia è comunque una realtà velica.”

Lascia un commento