Acqua alta del 18 marzo: quasi un record

 

Il Centro Previsioni e Segnalazioni Maree della Protezione Civile – direzione Polizia Locale del Comune di Venezia, comunica che ieri, domenica 18 marzo, la marea a Venezia ha toccato un valore massimo di 124cm alle ore 23.50, valore che comporta l’allagamento di circa il 37% della città. A Chioggia la marea ha raggiunto 141cm alle 23.25, superando quindi il livello di salvaguardia garantito dal cosiddetto mini-Mose. 

Il livello a Venezia si è fermato ad un centimetro dal record storico per il mese di marzo che è di 125cm. E’ stata comunque la marea più alta del 2018, la terza superiore a 110cm; quest’anno gli eventi superiori a 80cm sono già stati 34. Il livello medio del mare del mese di marzo continua a segnare il record storico.

Il Centro Maree aveva pre-allertato la città comunicando una previsione di 125cm con la consueta campagna di SMS e utilizzando i social. Alle 19 poi ha rivisto la previsione al rialzo comunicando 130cm per Venezia e circa 10 cm in più per Chioggia a causa del forte vento di bora. Proprio l’intensità del vento, leggermente superiore a quanto previsto, ha fatto sì che a Venezia la marea si fermasse a qualche centimetro in meno della previsione.

La marea, non comune per la stagione, è stata conseguenza del notevole accumulo di acqua davanti alla costa veneziana, dovuta al vento da Sud che ha soffiato per tutta la giornata nel centro Adriatico e sospinta verso il nostro litorale dal forte vento di bora. Gli strumenti hanno registrato velocità superiori a circa 85km/h. 

 

Lascia un commento