Eolo rallenta l’avvio della World Series a Miami

Una giornata con cielo coperto e pochissimo vento ha accolto i 543 velisti provenienti da 50 nazioni giunti a Miami per partecipare alla seconda tappa delle World Sailing Cup Series 2018.

Dopo una lunga attesa durata tutta la mattinata, nel pomeriggio il comitato di regata è riuscito a portare a termine 12 delle 25 regate previste con un vento da Sud-Est attorno ai 6 nodi.

Le uniche due classi che hanno rispettato il programma sono i Laser maschili e i Nacra 17 dove Lorenzo Bressani (CC Aniene) e Cecilia Zorzi (Marina Militare) occupano il terzo posto con un secondo, un terzo ed un sesto che scartano, in prima e seconda posizione gli austriaci Zajac/Matze, bronzo a Rio 2016, e gli australiani WaterHouse/Darmanin argento a Rio 2016.

Nella classe Laser a comandare la classifica è il tedesco Philipp Buhl con gli italiani Francesco Marrai (SV Guardia di Finanza) e Giovanni Coccoluto (SV Guardia di Finanza) rispettivamente in settima e nona posizione su 70 iscritti.

Nei 470 molto bene con aria leggera i giapponesi che, nell’unica prova portata a termine, conquistano la prima posizione sia nella flotta maschile che in quella femminile.

Nei 470 uomini Matteo Capurro e Matteo Puppo (YC Italiano) occupano la 19esima posizione mentre Giacomo Ferrari e Giulio Calabrò (CSA Marina Militare) sono al 22esimo posto. Nel 470 femminile Elena Berta e Sveva Carraro (CS Aeronautica Militare) sono in nona posizione mentre Ilaria Paternoster e Bianca Caruso (YC Italiano) occupano l’undicesima posizione.

Due le prove portate a termine per i 49er dove gli esperti fratelli croati Fantela comandano la classifica seguiti dagli spagnoli Botin/Lopez Marra, Uberto Crivelli Visconti e Gianmarco Togni (Marina Militare) sono in undicesima posizione con un 13 e un 10 di giornata.
Una sola prova per le ragazze del RS:X vinta dalla giapponese Onishi, in quinta posizione Flavia Tartaglini (SV Guardia di Finanza) e al 15esimo posto Marta Maggetti (SV Guardia di Finanza).

Nel 49er FX, dove non ci sono italiane in gara, a comandare la classifica sono le gemelle norvegesi Agerup.
Nulla di fatto oggi per le classi Laser Radial, Finn e RS:X maschile.

Domani il comitato di regata proverà a recuperare il programma con il primo segnale di avviso previsto per le 11 ora locale (Italia -6)

Lascia un commento