Caorle, barca si incaglia sugli scogli. Salvata con l’elicottero una coppia di velisti francesi

Erano partiti questa mattina dalla Croazia, ma nel primo pomeriggio – con il peggiorare delle condizioni meteo – hanno tentato l’ingresso nel porto di Caorle. Un ingresso in un porto che – in determinate condizioni – può rilevarsi difficoltoso a causa della forte corrente.

La forte corrente presente in zona è stata però una delle causa che ha spinto l’imbarcazione di proprietà di una coppia di velisti francesi contro gli scogli del pennello occidentale del porto della piccola cittadina. A complicare ancora di più la situazione il fortissimo vento di scirocco, e relativa risacca, che per tutta la giornata imperversava in tutta la costa Adriatica.

Resasi conto della situazione di pericolo la coppia ha comunicato il mayday sul canale di soccorso ed ha lanciato 2 razzi a paracadute per segnalare la propria posizione prima di finire sulla scogliera.

La chiamata di soccorso, ricevuta sul canale 16 dalla sala operativa della Guardia Costiera di Caorle, ha subito messo in moto la catena dei soccorsi. Sul posto sono state subito inviate due pattuglie via terra per fornire una migliore rappresentazione della situazione. L’imbarcazione era incagliata a circa due metri di distanza dalla scogliera e, pertanto, un recupero immediato via terra risultava proibitivo data l’a violenza del moto ondoso. La sala operativa della Guardia Costiera ha pertanto deciso di richiedere l’intervento di un elicottro dei vigili del fuoco di Venezia.

Tempestivo e puntuale è stato l’intervento dell’elicottero A-109 “Drago 82” dei Vigili del Fuoco che ha calato 2 aerosoccorritori sull’imbarcazione i quali hanno assicurato i naufraghi con delle idonee imbracature che hanno reso possibile il successivo recupero via terra operato dagli uomini della Guardia Costiera e da un’altra squadra di Vigili del fuoco che nel frattempo aveva raggiunto la zona delle operazioni. I due malcapitati sono stati poi trasportati all’ospedale di San Donà di Piave con un Autoambulanza del 118. Le loro condizioni non sono preoccupanti.

Lascia un commento