Il nuovo marina galleggiante firmato Ingemar alle Bocche di Bonifacio, operativo d’estate e rimosso d’inverno

Le Bocche di Bonifacio, l’Arcipelago della Maddalena e la Costa Smeralda costituiscono le mete più apprezzate dai diportisti in crociera tra Corsica e Sardegna e le esigenze di riqualificazione e di crescita della ricettività nautica in questo incantevole scenario sono in continua espansione.
Proprio per rispondere a questi mutati orientamenti, la società Porto Vecchio Marine, eccellenza nel mondo della nautica corsa per dimensioni, attrezzature e servizi di vendita e assistenza per importanti cantieri internaziona, ha progettato il nuovo marina di Santa Manza, un insediamento stagionale completamente galleggiante a poche miglia da Bonifacio .
Il progetto comprende la completa ristrutturazione di un immobile esistente e la sua trasformazione in moderna club-house e la realizzazione di un porticciolo galleggiante per grandi yacht, per trasformare un angolo della splendida baia di Bonifacio in un discreto quanto lussuoso punto di ormeggio e di ritrovo per gli appassionati del mare.
Il Gruppo Ingemar ha realizzato e posto in opera le strutture galleggianti, impiegando 240m di pontili del tipo All Concrete – Heavy Duty, costituiti da elementi monolitici inaffondabili in cemento armato da 20x4m, del peso di 40t ciascuno.
La novità dell’insediamento e la sua originalità consistono proprio nel carattere temporaneo della struttura, che consentirà a fine stagione di rimuoverne i componenti quando i venti da Nord-Ovest inizieranno a soffiare con forza creando situazioni di agitazione ondosa insostenibili all’interno della baia.
L’opera, con le sue originali caratteristiche di amovibilità, contribuirà alla valorizzazione delle risorse naturali nella bella stagione, restituendo un ambiente incontaminato alla ripresa del periodo invernale.
Su iniziativa dell’Amministrazione Comunale, inoltre, a pochi passi dal nuovo marina è sorto un altro approdo, dove i diportisti locali hanno a disposizione nuovi ormeggi su due pennelli formati da pontili Ingemar a galleggiamento discontinuo con struttura in acciaio zincato e piani di calpestio e finiture in legni pregiati.
Negli ultimi decenni siamo stati testimoni e protagonisti di un cambiamento culturale che ha visto diminuire considerevolmente la richiesta degli insediamenti portuali fissi a favore di quelli galleggianti – osserva il presidente del Gruppo Lorenzo Isalberti – e oggi ci confrontiamo con scenari ancora più orientati alla protezione dell’ambiente, che ci vedono come allora in prima fila per lo studio e la produzione di sistemi galleggianti modulari componibili e amovibili, che garantiscono la salvaguardia degli ecosistemi ospitanti

Lascia un commento