Aniene in testa al termine della prima giornata della finale della Lega Italiana Vela

Prima giornata a Crotone per la Finale della Lega Italiana Vela – Campionato Nazionale per Club: 21 i Circoli in gara, che con vento medio, tra gli 8 e i 15 nodi ha disputato dodici prove a bordo dei monotipi J70 della flotta della LegaVela Servizi. In testa il Circolo Canottieri Aniene (Lorenzo Bressani al timone, a bordo Matteo Mason, Luca Tubaro e Umberto Molineris ) che con tre primi e un terzo posto inizia già a monopolizzare l’attenzione. Secondo posto per uno dei favoriti della vigilia, lo Yacht Club Adriaco, che per l’occasione ha schierato a Crotone l’equipaggio vincitore del Mondiale J70 Corinthian, capitanato da Gianfranco Noè (a bordo Andrea Micalli, Emanuele Noè, Samuele Semi) che ottiene due primi, un terzo e un quarto posto. Terza piazza per Circolo Della Vela Bari: Simone Ferrarese si contraddistingue per la sua grinta e tallona il vertice della graduatoria grazie a un primo, due secondi e un quinto posto. Tutto ancora da decidere, tuttavia, come sempre accade con la eccezionale formula della LIV, grazie alla quale è necessario regatare al meglio dalla prima all’ultima prova per poter salire sul podio. E da disputare ci sono ancora 33 regate, per un totale di 11 flight nei prossimi due giorni. Domaniè previsto vento forte nella prima parte della mattinata, tanto che gli organizzatori del Club Nautico Crotone stanno approntando uno speciale campo di regata all’interno del porto.

“Questo campo di regata così tecnico – ha dichiarato il presidente della Lega Italiana Vela, Roberto Emanuele de Felice – è una vera e bellissima sorpresa: il vento leggero ha permesso di completare quattro flight regatando sotto costa, a pochi metri dal lungomare. La lunga estate di Crotone rende affascinante questa location, perfetta per le regate LIV. In acqua abbiamo visto equipaggi molto agguerriti e molto impegnati a interpretare al meglio i salti di vento, il Circolo Canottieri Aniene ha fatto fin qui un lavoro impeccabile”.

“Crotone ci ha davvero stupiti con la sua calorosa accoglienza  – ha commentato il Vice Presidente Esecutivo, Alessandro Maria Rinaldi – possiamo dire che qui non è solo il calcio ad essere in Serie A, c’è anche la grande vela, che evidenzia un forte potenziale di crescita. La Finale LIV si conferma di alto livello, con molti equipaggi che possono ambire al titolo nazionale e alla qualificazione per gli eventi della Sailing Champions League. Un ringraziamento va a tutti gli sponsor che sostengono l’evento, a Banca Aletti che ci segue lungo tutta la stagione, e ai partner locali che ci hanno accolti qui a Crotone”.

In esordio di finale, nel Flight 1, regata con vento leggero fino a 8 nodi e niente onda: a vincere le tre prove che permettono a tutti i Club di scendere una volta ciascuno in acqua sono tre team adriatici, Circolo Nautico Sambenedettese, Club Vela Portocivitanova e Yacht Club Adriaco.

Il Flight 2 vede vento più disteso, anche se ancora leggermente instabile: Salò, Argentario e Aniene si mettono in evidenza, dando un nuovo equilibrio alla classifica. Race 6, in particolare, si presenta combattuta: Società Velica di Barcola e Grignano è in testa dalla partenza al primo lato, ma Aniene, con un bordeggio impeccabile sui salti di vento, vince il primo scontro diretto, chiudendo in prima posizione e mettendo in fila Barcola Grignano, Sambenedettese – in gran spolvero – e Yccs. Alla fine del secondo Flight, risulta in testa il Società Canottieri Garda Salò.

Il Flight 3 si apre con vento in aumento fino a 15 nodi e una ulteriore e netta vittoria dell’Aniene: Bressani è perfetto nel leggere il campo di regata, le manovre sono frutto di grande coordinazione e allenamento. In Race 8 la classifica è inedita: Bari vince, e i “big” Svbg e Argentario chiudono rispettivamente quinto e sesto. Race 9 è caratterizzata da un salto di vento di 20 gradi: ne approfitta il Circolo Velico Ravennate, che gestisce bene la bolina e si presenta primo con ampio vantaggio sulla boa, in poppa guadagna ancora e domina la prova, difendendo la posizione anche dopo un ampio salto a sinistra nell’ultima poppa. Alla fine del terzo Flight, dopo che tutti i Club hanno effettuato tre prove ciascuno, la classifica vede davanti Circolo Canottieri Aniene seguito da Circolo Nautico Sambenedettese.

Il Flight 4 inizia con Race 10 e un appassionante duello tra Diporto Nautico Sistiana e Reale Yacht Club Canottieri Savoia che vede le due barche appaiate per tutta la bolina e la poppa: alla fine del primo giro scelgono però due boe diverse; Sistiana scommette, a ragione, sul lato destro del campo di regata e si guadagna un grande vantaggio, sufficiente a dominare incontrastato la prova. Race 11 vede partenza anticipata per Porto Rotondo, duello nella prima bolina tra Costa Smeralda e Aniene, con Bressani sempre lucidissimo sui salti di vento; una penalità subita da Yccs lascia Bressani solo a guidare la regata e portare i suoi ad un’altra netta vittoria. Con vento in calo e girato a Ovest, la Race 12 è vinta dallo Yacht Club Adriaco, mentre Garda Salò prende uno scoglio. La giornata si conclude a causa del vento in calo con quattro Flight e un totale di 12 prove disputate.
Domani giornata impegnativa, con previsioni di vento sostenuto e onda.

LA FESTA CONTINUA ANCHE A TERRA

Non è solo grande vela in mare. L’impegno del Club Velico Crotone per una Finale LIV frizzante anche a terra ha vissuto già i primi momenti salienti. La cerimonia di apertura con la consegna delle bandiere ai 21 circoli velici, allo storico Teatro Apollo nel centro di Crotone, è stata resa emozionante dal concerto del coro di Floriana Mungari e il suo Shining Voices Gospel Choir, con lo spettacolo “Cuori da stadio”, una selezione di famose canzoni del mondo dello sport. Serata conclusa con il cocktail di benvenuto nella hall di BPER Banca, partner consolidato del Club Velico Crotone.

Al termine delle regate del Day 1, poi, la banchina si è riempita di apprezzatissimi panierini con clementine e mandarini per rinfrescare i velisti, prima del cocktail dopo-mare con vini Caparra & Siciliani, mozzarelle di bufala locali La Bufà e salsiccia di maialino nero di Calabria.

Infine tutti nuovamente al Porto Vecchio di Crotone per la serata di gala della Finale Liv 2017. Dopo un aperitivo in musica, gli ospiti sono stati guidati nella cena preparata a quattro mani dagli chef crotonesi Salvatore Murano e Gaetano Nicoletta, e nel dopo-cena con tanta musica dal vivo con il sassofonista Flavio Nicotera e il dj Valter Russo.

Il video con gli highlights del day 1

Lascia un commento