Salone Nautico, a Genova si parla della normativa di settore

Tutte le novità relative alla normativa di riferimento, dedicate a operatori, professionisti, giornalisti di settore e utenti sono state al centro della tavola rotonda “La Navigazione in regola” tenutasi questa mattina nell’ambito dei convegni ForumUCINA.

Hanno partecipato al convegno Cosimo Nicastro, Capo Ufficio Stampa Capitaneria di Porto Guardia Costiera, che ha presentato gli esiti dell’operazione nazionale Mare Sicuro 2017, Maurizio Balducci, Vicepresidente UCINA Confindustria Nautica, Antonello Puccini, Direzione generale per la vigilanza sulle autorità portuali, le infrastrutture portuali ed il trasporto marittimo e per vie d’acqua interne, l’Avv. Giandomenico Boglione, studio legale Boglione, Adolfo D’Angelo, Confarca – Responsabile Nautica e l’Avv. Massimiliano Grimaldi, Studio Grimaldi.

Maurizio Balducci, Vicepresidente UCINA Confindustria Nautica, ha dichiarato: “Il tema del forum di oggi“La navigazione in regola” riguarda la normativa di settore e in proposito quello che chiedono gli operatori del settore e i diportisti sono regole chiare e non soggette a troppe interpretazioni, e che possano aiutare la ripresa che stiamo già vivendo. Come UCINA Confindustria Nautica stiamo spingendo affinché sia possibile riportare nel codice quello che era stato condiviso nei tavoli tecnici, niente di più, perché siamo convinti che sia quello che serve a tutto il settore della nautica, non solo ad UCINA”.

“Le novità del Codice sono tante – ha proseguito Antonello Puccini, direzione Generale per la vigilanza sulle Autorità portuali – ma il testo è anche suscettivo di affinamenti e perfezionamenti, per quanto possiamo considerarne l’impianto definitivo. C’è un dialogo in corso per affinarlo, parti da rivedere che possono essere migliorate. Le materie che tratta il Codice sono tantissime, le possiamo suddividere in varie categorie e la prima di queste ha mirato a semplificare le questioni amministrative ed è frutto anche di ripetuti incontri con tutte le parti interessate. E’ stato un tavolo faticoso, per vastità degli argomenti trattati, sia in generale che nel dettaglio, ma è valsa la pena avere questa formula concertativa, con UCINA Confindustria Nautica e con altre associazioni, che hanno dato contributi notevoli e nei confronti dei quali siamo stati disponibili a dialogare e valutare le loro esigenze”.

Lascia un commento