52 Super Series ad alta tensione: Azzurra ancora in testa, Gladiator per la Tappa

La quarta giornata della Menorca 52 SUPER SERIES Sailing Week va in scena con condizioni di vento leggero dai quadranti meridionali, finalmente sembra che l’instabilità dei primi due giorni possa essere ormai un brutto ricordo. Il primo start in orario alle 12.05 con un intensità di 10 nodi ed una boa di bolina posizionata per 90°. Allo start è già bagarre, Quantum Sled e Bronenosec dettano il passo, Azzurra parte in sofferenza, ci sono pochi punti di margine, diventa una situazione difficile, alla bolina gli americani sono in testa, la barca italiana è in ottava posizione, il vento cala, si va verso il gate, buon rientro per i francesi di Paprec, ma soprattutto di Platoon che in terza posizione rosicchia ad Azzurra molti punti sulla classifica generale, un duello aperto, i risultati sono di vitale importazna in questa giornata che prevede tre prove. Qauntum, Gladiator, Sled e Platoon, per fortuna Azzurra aggancia un sesto posto che vale oro, con un gran recupero, sono ancora quattro i punti di vantaggio su Platoon, la matematica non va presa in considerazione in questi momenti, la grinta e la consistenza faranno la differenza alla fine.

C’è tensione nell’aria. Cambia poco per il secondo round, proprio così, il campo di regata diventa un ring. Vento da 90′ con intensità di circa 10 nodi, 1.7 miglia il lato. Gran partenza di Azzurra sulla sinistra, la pressione fa le prime vittime, Provezza e Platoon sono in OCS , la prima parte di regata mette in evidenza Azzurra, Bronenosec e Paprec, Quantum abbastanza compressa tra i primi. Alla boa di bolina Bronenosec è avanti ad Azzurra, Paprec, Gladiator, Quantum, Alegre Sorcha, Platoon è penultimo. La poppa non da grossi scossoni alla classifica. I russi tengono la testa della regata, Azzurra ottima seconda ad una manciata di secondi. Paprec, Gladiator e Quantum seguono. Bronenosec e Azzurra, bordeggiano al centro del campo di regata, nervi a fior di pelle, alla boa di bolina i primi quattro non cambiano, Bronenosec e Azzurra a trenta secondi l’uno dall’altra, Paprec davanti a Gladiator, Platoon sesto che riprende quota in quinta posizione. Inizia l’ultima poppa, ottima conduzione tattica di Morgan Larsson e Checco Bruni per Vladimir Luibimirov al timone di Bronenosec, vittoria e testa della classifica di tappa. Azzurra grande seconda a consolidare la leadership nel circuito. Platoon si ecca le ferite, ci si prepara alla terza prova di giornata con uno spirito diverso.

Si attende invano in mare, il Comitato di Regata le tenta tutte ma alla fine arriva il “no more race today”, flotta a terra, Azzurra doppiamente leader, della tappa è più solidamente del circuito. A pari punti con Gladiator nella 52 SUPER SERIES Menorca Sailing Week, con ben 7 di vantaggio sul diretto avversario Platoon nella generale, mancano due prove alla fine di una stagione incredibile per grande livellamento, sin qui, Azzurra, è la davanti a tutti, un po’ di patriottismo ci vuole, il tricolore è nel cuore. Tony Langley e la sua Gladiator sono a pari punti in testa alla classifica di tappa, c’è tanta voglia per il team che schiera Ed Baird alla tattica, una vittoria di tappa sarebbe alquanto insperata a gradita dal team che ha una barca nuova e velocissima.

Domani sono previste le ultime due regate, meteo permettendo, incognita fondamentale in questa settimana, elemento purtroppo molto variabile in questo inizio di autunno nell’isola di Minorca. Un gran finale per questa stagione 2017 delle 52 SUPER SERIES

Vasco Vascotto (ITA) tattico Azzurra (ITA):“Manca una sola giornata, la resa dei conti è alle porte, in questa settimana ho perso dieci anni di vita! Siamo contenti perchè stiamo navigando bene, nella seconda grande partenza per Guille, quindi è stata un pò più semplice. Nella prima abbiamo fatto una meno buona, difficile, abbiamo prese un paio di virate secche sulle vela, regata dura, abbiamo fatto la più bella regata nella prima, dobbiamo goderci il momento, recuperare è stata una gran cosa. Dobbiamo finire bene il lavoro, rimanere concentrati fino alla fine, facile dirsi però bisogna farlo, a domani.“

Francesco Bruni (ITA) stratega di Bronenosec (RUS):“Una prima prova molto difficile, abbiamo avuto un inizio difficile e potevamo fare meglio ma non è andata bene, chiusa con due piccoli errori nel finale. Nella seconda ci siamo rifatti partendo bene, entrando subito nel primo salto, Azzurra sta facendo un grande campionato, ci spiace esser stati un pò duri con loro ma queste sono le regate, sanno fare grandi cose.”

Michele Ivaldi (ITA) stratega di Quantum Racing (USA):“Siamo contenti delle prima prova di giornata, abbiamo fatto una buona regata, dobbiamo lavorare sodo fino alle fine, il nostro obbiettivo è combattere fino alla fine, siamo un gruppo molto forte e coeso. Una settimana difficile per tutti, il vento in questi giorni è stato veramente il nemico di tutti, Siamo convinti che si poteva fare una regata in più, ma la decisione spetta alla Comitato di Regata, va bene così comunque, siamo per regatare, lo faremo fino all’ultimo bordo, è stata una stagione molto intensa per tutti, i valori espressi in mare sono incredibili quest’anno il livello che si è visto è incredibile, è la forza di questo circuito e di queste regate.”

Lascia un commento