Caso Scugnizza: Il Tribunale Sportivo della FIV assolve l’equipaggio

Si è svolta il 18 settembre l’udienza di discussione presso il Tribunale Sportivo della Federazione Italiana Vela del “caso Scugnizza”, l’imbarcazione dell’armatore Vincenzo de Blasio che venne squalificata dal Campionato Europeo ORC del 2016 da una Giuria Internazionale – convocata ad Atene per giudicare una pesante accusa di comportamento antisportivo dichiarando, dopo 3 giorni di udienze, un nuovo vincitore in Classe C per il Campionato Europeo ORC 2016, organizzato dal Club Nautico di Salonicco e dall’Offshore Racing Congress.

In quel caso la Giuria ha stabilito che Scugnizza ha violato la regola 69.1 (a), squalificandola da tutte le regate del campionato disputato a Porto Carras, in Grecia, dal 3 al 10 Luglio 2016. Il titolo viene pertanto assegnato all’ estone Aivar Tullberg che con il suo Arcona 340 Katariina II passa dalla posizione di secondo classificato a quella di Campione Europeo ORC 2016 Classe C. L’Italia 9.98 Sugar, di Ott Kikkas, altra barca estone, è la nuova medaglia d’Argento del Campionato e la greca Baximus, X35 di Baxevanis Athanasios, è la nuova medaglia di Bronzo.

Ora il tribunale federale ha emesso la sua sentenza, ritenendo di non dover procedere nei confronti dei componenti dell’equipaggio, di non applicare nessuna sanzione disciplinare nei confronti del tesserato Vincenzo de Blasio e – vista la complessità del caso – si riserva dieci giorni per il deposito delle motivazioni.

Una sentenza che rende senza dubbio giustizia ai velisti, ma che apre numerosi interrogativi che, forse, le motivazioni della sentenza potranno aiutare a far chiarezza.

Lascia un commento