SAP Extreme Sailing Team trionfa a Cardiff e va in testa alla classifica delle Extreme Sailing Series

Si è giocata fino all’ultimo la sfida per la vittoria del sesto Act a Cardiff tra SAP Extreme Sailing Team e Alinghi, ma i danesi hanno avuto la meglio nel finale. SAP Extreme Sailing Team, con a bordo l’italiano Pierluigi de Felice, ha messo a segno la sua terza vittoria della stagione conquistando il primo posto nella classifica generale del circuito.

Oman Air, guidato da Phil Robertson, si è dovuto accontentare del terzo posto e scende in seconda posizione nella corsa per il titolo.

Oltre 90.000 spettatori hanno visitato la baia di Cardiff per assistere allo spettacolo dei GC32.

Nell’arco della giornata odierna, in cui sono state disputate sei prove, Alinghi ha recuperato progressivamente terreno arrivando all’ultima prova testa a testa con SAP Extreme Sailing Team; ma una partenza sbagliata nella prova a doppio punteggio ha visto svanire ogni speranza di vittoria per il team svizzero.

“Siamo davvero felici”, ha commentato Adam Minoprio, timoniere del team danese. “Siamo scesi in acqua e siamo partiti forte. Abbiamo ceduto leggermente a metà giornata, ma poi abbiamo recuperato la concentrazione per la prova finale.”

“La partenza dell’ultima prova, con Alinghi bloccato dietro la barca comitato e con Oman Air fuori dalla linea, non poteva andare in modo migliore per noi. Siamo contenti di aver vinto nella prova finale e ancora di più di aver conquistato la leadership in classifica generale in vista delle prossime tappe in America” ha aggiunto Minoprio, in equipaggio con Rasmus Køstner, Pierluigi de Felice, Richard Mason, Mads Emil Stephensen e l’allenatore e co-skipper Jes Gram-Hansen.

Arnaud Psarofaghis, pur non avendo portato a casa la vittoria, è sollevato dalla buona prestazione di Alinghi, che nell’ Act precedente non aveva brillato: “E’stata una buona giornata per noi. Il team è andato bene e questo è stato positivo per noi dopo la tappa di Amburgo. Sono deluso per la partenza della prova finale, ma fa parte del gioco. Nel complesso siamo veramente soddisfatti”.

Red Bull Sailing Team guidato da Roman Hagara, due volte medaglia d’oro olimpica, ha messo a segno la sua prima vittoria a Cardiff nella penultima prova; ma a quel punto il podio era ormai fuori portata per il team austriaco, che chiude la tappa in quarta posizione.

NZ Extreme Sailing Team segue l’equipaggio austriaco in quinta posizione, ma vince lo Zhik Speed Machine Trophy per aver raggiunto la massima velocità a Cardiff con 23,2 nodi. Land Rover BAR Academy e Team Extreme Wales chiudono la classifica.

Le Flying Phantom Series 2017 si sono concluse oggi con il dominio di Red Bull Sailing Team. La squadra austriaca ha vinto in tutti e quattro gli Act, nella prima stagione svolta in partnership con le Extreme Sailing Series. Culture Foil chiude al secondo posto seguito da Solidaires en Peloton in terza. Per i risultati completi clicca qui.

“È stato incredibile” ha commentato il timoniere vincitore Thomas Zajac, che ha navigato insieme a Will Ryan. “Ho visto le Extreme Sailing Series per molti anni in TV, quindi è davvero fantastico essere qui e regatare tra di loro. Le prove a Cardiff sono state complicate ma siamo riusciti a navigare bene cercando di non prendere troppi rischi e alla fine questa strategia ha pagato”.

Il sesto Act a Cardiff segna la fine della parte europea della stagione 2017, dopo le tappe di Madeira, Barcellona e Amburgo. Il circuito farà adesso rotta verso due nuove località nel continente americano per gli ultimi due Act del 2017. Il settimo Act si svolgerà a San Diego, dal 19 al 22 ottobre. Scopri di più sul sito ufficiale.

Lascia un commento