Appuntamenti di fine estate allo Yacht Club Hannibal

Va verso la conclusione la stagione estiva allo Yacht Club Hannibal, che festeggerà con un classico appuntamento, il Festival delle scuole di Vela alla 33^ edizione e un nuovo appuntamento, l’International Hannibal Classic.

Il Festival delle Scuole di Vela si disputerà il 26 e 27 agosto e vedrà protagoniste le migliori Scuole Vela dell’Alto Adriatico, i cui allievi si sfideranno su imbarcazioni Optimist, la deriva con maggior numero di tesserati in Italia, che fu importata nel nostro paese per la prima volta proprio dalclub monfalconese e dal suo fondatore Sergio Sorrentino recentemente scomparso.

Il programma della due giorni prevede prove in mare, con la conduzione dell’imbarcazione nelle principali andature, oppure, a secondo delle condizioni meteo, giochi di squadra senza l’uso della vela e prove a terra, cui potranno accedere gli allievi delle scuole di vela riconosciute dalla FIV che abbiano sostenuto un corso di vela nell’anno 2016-2017 o in entrambi e non abbiano mai svolto nessun tipo di attività agonistica. Al termine, con un buffet presso la Scuola Vela Tito Nordio, verranno premiate le prime tre Scuole di Vela in base a una speciale classifica che terrà conto della somma dei punteggi delle prove effettuate e i quattro migliori timonieri di ogni società partecipante.

Il 9 e 10 settembre invece, presso il Marina Hannibal di Monfalcone, lo Yacht Club Hannibal in collaborazione con lo Sponsor W-Eye e il Marina Portoroz, organizzerà la prima edizione dell’International Hannibal Classic, regata riservata alle imbarcazioni classiche, Sciarrelli e “Spirit of Tradition” ed inserita inoltre nel circuito della Coppa A.I.V.E. dell’Adriatico, un circuito di regate patrocinato dall’Associazione Italiana Vele d’Epoca riservato alle barche a vela d’epoca e classiche conformi al regolamento del C.I.M. (Comitato Internazionale del Mediterraneo), munite del certificato di stazza per l’anno in corso.

La Coppa dell’Adriatico comprende 5 regate da Venezia a Trieste, alcune già disputate, di cui la tappa di Monfalcone rappresenta la terza prova a calendario, prima dell’appuntamento finale con la Barcolana Classic e le premiazioni finali.

La Coppa 2017 sarà assegnata allo yacht d’epoca e allo yacht classico che avranno conseguito il punteggio più basso nella loro categoria.

L’International Hannibal Classic, rappresenterà la prima regata adriatica AIVE/CIM che toccherà le acque della Slovenia sul percorso Monfalcone – Portorose (SLO) – Monfalcone., attraverso l’affascinante scenario del Golfo di Trieste.

Il programma si aprirà con la mostra di Edino Valcovich presso le sale dello Yacht Club Hannibal a Monfalcone, a partire da giovedì 7 settembre.

Edino Valcovich, ingegnere e docente di Architettura tecnica all’Università di Trieste, artista poliedrico che nella sua carriera ha dedicato diverse opere al mare e alle imbarcazioni con il caratteristico segno a matita, assetto formale dell’opera arricchito dalla campitura acquerellata, per la prima edizione dell’International Hannibal Classic ha realizzato la locandina della manifestazione.

Il programma della regata entrerà nel vivo sabato 9 settembre con lo Skipper Meeting seguito dal segnale di partenza della prima prova su percorso Monfalcone-Portorose.

A Portorose, ad attendere gli equipaggi, una splendida cena presso il Ristorante Laguna Marina Portorose, allietata da accompagnamento musicale, cui seguiranno le premiazioni e la consegna a tutti gli armatori presenti di uno speciale occhiale da sole, realizzato in esclusiva da W-EYE in Mogano Sapelli numerato e certificato, alla presenza del titolare di W-Eye Doriano Mattellone e del Designer Matteo Ragni.

Qui gli equipaggi trascorreranno la notte in porto e domenica 10 settembrele imbarcazioni faranno nuovamente rotta verso Monfalcone, dove in serata, presso lo Yacht Club Hannibal, si terranno le premiazioni finali.

Tra i partecipanti ci sarà anche Angelica IV, il cutter bermudiano lungo 16,50 metri portabandiera dello Yacht Club Hannibal, progettato da Carlo Sciarrelli e costruito in legno nel 2000 dal Cantiere Carlini di Rimini.

Lascia un commento