Bari vince la seconda selezione 2017 della Lega Italiana Vela a Sistiana

Sono Circolo della Vela Bari, Società Canottieri Garda Salò, Circolo Nautico e della Vela Argentario, Aeronautica Militare, Diporto Nautico Sistiana, Circolo Vela Bellano, Yacht Club Adriaco e Reale Circolo Canottieri Tevere Remo gli otto Club qualificati a Trieste per la finale nazionale della Lega Italiana Vela, che si aggiungono ai sei selezionati a Porto Cervo lo scorso maggio. Con 4 regate disputate nella tarda mattinata, complice ancora la Bora, si è chiuso oggi a Portopiccolo il programma della seconda selezione Legavela: 32 le prove andate a referto grazie a condizioni meteo eccezionali che hanno caratterizzato il Golfo di Trieste nel corso del fine settimana.

Organizzata da Società Velica di Barcola e Grignano con la collaborazione dello Yacht Club Portopiccolo e il supporto di Banca Aletti, la tappa di selezione LIV ha visto esordio con Bora fino a 25 nodi e quindi vento tra i 10 e i 15 nodi nelle due giornate successive: condizioni perfette per regatare a bordo dei monotipi J70 della Legavela Servizi.

La vittoria di tappa è andata al Circolo della Vela Bari, con Simone Ferrarese al timone, a suo agio in condizioni meteo rafficate e impegnative: mai peggio di un quinto posto, Bari ha collezionato cinque primi e sei secondi, chiudendo a 36 punti, con ben 14 punti di vantaggio sul secondo, Società Canottieri Garda Salò, estremamente combattivo e forte di tre primi posti che hanno garantito un meritato argento. Terza piazza per Circolo Nautico e della Vela Argentario, un podio agguantato puntando alla costanza da quattro giovanissimi atleti a proprio agio soprattutto con vento molto forte.

“Che fantastiche giornate di regata – ha commentato Simone Ferrarese, timoniere di Bari – sono entusiasta di aver qualificato il nostro Club e vinto la tappa, ora ci prepariamo per la Finale di Crotone. Queste regate ci hanno impegnato molto: il format e il vento rafficato da terra hanno reso le prove molto difficili ma estremamente divertenti, anche grazie alle barche, questi bellissimi J70 che si prestano molto a queste condizioni e a questo tipo di regate”.

Soddisfatto anche il Presidente della Lega Italiana Vela, Roberto Emanuele de Felice: “Trieste ha confermato ancora una volta, e con una inedita Bora di luglio, di essere un eccezionale stadio della vela. Non è mancato alcun ingrediente: questa seconda selezione stagionale ha visto vento forte, temporali, l’esordio della flotta della Legavela Servizi e una location unica come Portopiccolo. Ringrazio Società Velica di Barcola e Grignano e Yacht Club Portopiccolo per aver organizzato una eccezionale tappa, che resterà nella storia della Legavela, e anche la squadra del Comitato di Regata, con il suo Presidente Costanzo Villa, e il Race Officer Giuseppe d’Amico che hanno, con il loro lavoro, permesso di completare a ritmo serrato tutte le 32 regate previste”.

Portopiccolo ha accolto con grande dedizione gli equipaggi: gli eventi a terra e le regate sotto costa sono state seguite con particolare interesse dai tanti appassionati che affollano questa nuova location turistica, protagonista del glamour dell’Alto Adriatico. “Organizzare una tappa a Portopiccolo – ha spiegato Dean Bassi, direttore sportivo della Società Velica di Barcola e Grignano – è stato impegnativo ma estremamente gratificante: le strutture sono eccezionali, gli approdi sicuri e di grande fascino, e l’organizzazione a mare ha funzionato molto bene anche con Bora forte. La qualità degli equipaggi ha valorizzato l’evento, mostrando come Trieste possa candidarsi per organizzare eventi monotipo di elevato profilo”.

“Questa tappa – ha dichiarato il vicepresidente esecutivo della Legavela Alessandro Maria Rinaldi – ha messo in evidenza la grande qualità dei team schierati dai Club: ben tredici equipaggi hanno ottenuto almeno un primo posto in una prova, dimostrando come si sia elevato il livello dei regatanti e di come la formula utilizzata dalla Legavela sia ormai entrata negli schemi operativi dei velisti. Altro elemento di grande valore, il numero di equipaggi composti da giovanissimi atleti e da mix di atleti esperti e giovani promesse: un segnale importante per l’intero movimento della vela e per la Legavela stessa, che a ottobre a Crotone organizzerà anche il kick-off LIV per equipaggi Under 19”.

In vista della finale di Crotone, la Lega Italiana Vela ha annunciato di voler procedere a un repechage dedicato ai team che hanno partecipato alle selezioni di Porto Cervo e Portopiccolo e che non si sono qualificati: da quattro a sei i posti a disposizione, in un evento in programma a Crotone prima della finale nazionale.

La cerimonia di premiazione, svolta al prestigioso ristorante Bris, ha chiuso ufficialmente l’evento: tra i premi assegnati, oltre a quelli per i primi tre classificati, anche il Trofeo Banca Aletti, conquistato dal Circolo della Vela Bari, il Trofeo Young per l’equipaggio più giovane, andato al Circolo della Vela Brindisi, il riconoscimento Glam per il Team più elegante, vinto dal Circolo Nautico e della Vela Argentario, e infine il Premio Fair Play assegnato al Reale Circolo Canottieri Tevere Remo.

Lascia un commento