Soling, giovedì il via all’ Europeo a Riva del Garda

Torna alla Fraglia Vela Riva la classe Soling, la stessa barca con cui andò alle Olimpiadi di Savannah il fragliotto Gianni Torboli, già campione italiano e bronzo europeo (Olimpiade del ’96 vinta dal mitico Shümann dopo l’altro oro conquistato nel 1988). Barca a chiglia con 3 persone d’equipaggio e riferimento FIV per molti anni, il Soling trova ancora diversi appassionati, tanto che a questo europeo ci saranno anche equipaggi extra-continentali con americani e canadesi: a Riva del Garda è dunque un ritorno di fiamma con una valida partecipazione, sia numerica che internazionale. Sono 41 le barche pre-iscritte (per avere un confronto basti pensare che per i 50 anni della classe al mondiale del 2015 erano state 50, mentre lo scorso anno al Mondiale in Canada solo 24) con Austria, Germania, Olanda e Italia tra le nazioni più numerose. Giovedì, prima giornata di Campionato, sono in programma 3 prove, mentre nei restanti giorni si potranno disputare 2 regate al dì.

Tra la flotta italiana anche i Campioni nazionali in carica, i fratelli Maffezzoli, che avranno sicura battaglia sia con i connazionali che con l’equipaggio ucraino timonato da Lubava e altri velisti di esperienza. Per i cultori della vela -forse difficile da apprezzare da chi ora vola sui foil-, sarà sicuramente un’occasione di grande spettacolo per rivivere momenti che hanno fatto del Soling una barca sicuramente particolare e per certi aspetti affascinante: il grandissimo Paul Elvstrom ad esempio fu il primissimo Campione del Mondo Soling del 1969, in un mondiale con quasi 100 barche al via. L’Alto Garda Trentino e la Fraglia vela Riva in particolare sono pronte per accogliere la flotta e possibilmente portare a termine tutte le regate in programma grazie allo staff del circolo che sfrutta sempre al massimo tutto il vento possibile, anche quando non soffia regolare come d’abitudine

Lascia un commento