Imbarcazioni alla deriva finisco in secca in Laguna dopo il forte vento di ieri

Il forte temporale che nella scorsa notte ha attraversato gran parte della nostra regione ha creato frequenti fulminazioni e occasionali grandinate generalmente di piccole dimensioni.

Questi temporali si sono a diretti verso sud interessando buona parte del territorio regionale dove hanno portato locali grandinate e colpi di vento di forte intensità. In particolare le forti raffiche di vento in laguna di Venezia, che in alcuni cadi hanno raggiunto anche i 40 nodi di intensità, hanno provocato parecchi danni alle imbarcazioni che, alla fonda, stavano trascorrendo la nottata.

La foto pubblicata sulla pagina Facebook di Serenissima meteo mostra alcune imbarcazioni finite in secca dopo essere state alla deriva durante la notte.

In laguna sono stati otto gli interventi di salvataggio, scattati in contemporanea in diversi punti della laguna, che hanno impegnato gli uomini della guardia costiera e che hanno dovuto richiede l’aiuto di guardia di finanza, polizia, vigili del fuoco, piloti del porto e personale di vigilanza dei lavori del Mose, tutti intervenuti per assistere le numerose imbarcazioni in difficoltà. Il bilancio finale, fornito dalla Capitaneria di Porto di Venezia, parla di 27 persone recuperate. Tutte sono in buone condizioni a parte una persona che è stata affidata alle cure del 118 per una ferita alla mano. Ancora, i vigli fuoco di Chioggia con un’autopompa lagunare e i sommozzatori dopo circa tre ore hanno individuato il giovane, che era riuscito grazie alla propria abilità natatoria a raggiungere una secca in prossimità di alcune palificazioni ,permettendo all’uomo se pure stremato di stare al sicuro. il trentenne è issato a bordo e subito soccorso e asciugato per esser portato a terra. Un’altra imbarcazione con padre e figlio a bordo si è arenata rovesciandosi di fronte al porto di Chioggia, soccorsi dai vigili del fuoco che li hanno tratti in salvo.

Il recupero da parte dei vigili del fuoco

Per la giornata odierna sono attesi rovesci e temporali più probabilmente su zone montane e pedemontane, che faranno diminuire il caldo afoso; il disagio fisico però resterà prevalentemente intenso. Il centro Arpav – CFD ha comunicato che dal mattino di oggi a lunedì 10 luglio sono previste precipitazioni con temporali con possibili fenomeni intensi.

Lascia un commento