Domani a Venezia venti skipper e venti chef si contendono la Cooking Cup

Venti barche, venti chef, venti piatti in gara domani per aggiudicarsi la XXI edizione della Cooking Cup Prosecco Doc l’originale regata di circa 10 miglia che vede coinvolti abili skipper, chef professionisti e non in una sorta di sfida combinata tra vela e cucina. Compagnia della Vela e quest’anno Barcolana iniziano con una delle grandi classiche della Laguna la loro collaborazione per rilanciare la vela nell’Alt Adriatico.

Il percorso. Il tracciato che dovranno coprire le imbarcazioni iscritte  è quello consueto: si snoderà per 10 miglia con partenza in mare aperto per poi passare dopo un disimpegno nella bocca di porto di Malamocco e quindi al cuore della laguna con arrivo tra l’isola di San Servolo e San Giorgio. In gara ci saranno imbarcazioni che vanno dall’altura alla minialtura tra i 6 e i 20 metri. Come sempre, ogni imbarcazione ospiterà a bordo uno chef o un appassionato di cucina inviato a creare un piatto durante la navigazione. Obiettivo di ciascun equipaggio sarà non solo tagliare per primo il traguardo ma anche presentare la migliore proposta gastronomica cucinata sottocoperta nel corso della regata, sfidando il tempo e le condizioni del mare. Il via alle 12.20 al largo dalla bocca di porto di Malamocco.

La giuria. Cooking Cup significa da sempre combinata di due gare, quella in mare e quella in cucina. A giudicare quale sarà il piatto preparato sotto coperta ci sarà una giuria di primissimo ordine che avrà come presidente lo chef veneziano del Baccalàdivino Franco Favaretto. Accanto a lui l’assaggio e la valutazione dei piatti vedrà poi la partecipazione di due chef che rappresentano l’innovazione e la storia della cucina: Matteo Metullio, il più giovane chef stellato e ora guida della cucina dell’Hotel Ciasa Salares dell’Alta Badia, quindi Alessandro Gavagna de La Subida di Cormons.  Nell giuria anche tre velisti: il pluricampione Mauro Pelaschier, il progettista di yacht Maurizio Cossutti e Claudio Demartis, veneziano di  nascita e triestino d’adozione, ideatore della Veleziana e amministratore delegato della Barcolana. Come presidente della giuria velica tecnica invece ci sarà Bruno Rizzotti.

Sempre per quanto riguarda l’aspetto culinario ogni imbarcazione in gara nella Cooking Cup dovrà presentare una ricetta a scelta tra antipasto, primo, secondo o piatto unico. I giudici valuteranno bontà, difficoltà di esecuzione, utilizzo delle materie prime e presentazione del piatto al momento della consegna, oltre all’abbinamento con un vino.

Lascia un commento