America’s Cup: Oracle è viva, ma Emirates Team New Zealand si porta sul 4a1

Terminata la pausa la Coppa America torna in scena a Bermuda, dove ieri si sono svolte due prove con brezza leggera, in condizioni meteo simili alle prove precedenti.

A trarne però maggior vantaggio dai giorni di riposo e lavoro sembra però sia stata Oracle, che nonostante abbia perso la prima prova odierna – grazie a una doppia penalità inflitta da Peter Burling a James Spithill – conquista il primo punto della serie fissando il risultato sul 4a1 per i Neozelandesi e rinviando così la festa Kiwi.

Regate finalmente combattute con Oracle che ha dimostrato di essere ancora viva e di aver ritrovato la stessa velocità di Emirates Team New Zealand. Si riaccende quindi la sfida è la rivalità. La Coppa non finisce qui.

Dal canto suo Emirates Team New Zealand mantiene tranquillità. “È stato bello finalmente combattere con i propri avversari” ha dichiarato a fine regate lo skipper neozelandese. “Siamo solo all’inzio” la risposta dello skipper americano.

Lascia un commento