Fast and Furio, a Portopiccolo la presentazione del sailing team e del calendario regate

Dopo 34 anni dall’ultima edizione Trieste avrà nuovamente l’onore di organizzare un Campionato del Mondo di Vela d’altura. Infatti è dal 1983, anno in cui si disputò il Campionato Mondiale ¾ ton, che i cittadini triestini non hanno occasione di vedere i propri campioni sfidarsi in competizioni di cosi alto livello nelle acque antistanti la città.

Tre team di successo con esperienze e caratteristiche differenti tra loro hanno colto quest’occasione ed unito le proprie forze per dar vita a una squadra che punta, senza farsi intimorire dagli avversari, ai due massimi titoli in palio nelle prossime settimane, il Campionato Italiano (Monfalcone 21-24 giugno) e quello Mondiale (Muggia 2- 8 luglio).

Fast and Furio Sailing Team, vincitore della scorsa edizione della Barcolana, Duvetica Sailing Team, vincitore dell’ultimo Campionato Europeo ORC e Sempreavanti Sailing Team componente di successo del Circuito Europeo Farr40 hanno messo insieme uomini, progetti e competenze per creare una sinergia unica.

Duvetica S.T. porta in dote la propria imbarcazione Grey Goose del cantiere ARYAYacht, vincitrice del Campionato Europeo Orc 2016, un veloce 12 metri tecnicamente anche molto potente e stabile, insieme allo storico team manager Daniele Augusti e al Co-Armatore Sergio Quirino Valente (vincitore di diversi titoli Italiani); Sempreavanti S.T. mette al timone Carlo Naibo (anche Co-Armatore), che grazie all’esperienza della scorsa stagione nella classe FARR40 svoltasi nelle acque dell’adriatico si è affermato come timoniere di buon livello; mentre Fast and Furio S.T. porta con sé Furio Benussi nel ruolo di Project Manager ( già a capo del maxi yacht Alfa Romeo vincitore con “Record sul giro“ della Barcolana 2016). Il team correrà sotto il guidone dello Yact Club Portopiccolo di Sistiana (Trieste) che fa anche da base per gli allenamenti e le riunioni tecniche.

Benussi dichiara: “La ripartizione dei ruoli ci ha permesso di lavorare contemporaneamente su più fronti, dall’ottimizzazione della barca, vele ed elettronica, all’affiatamento dell’equipaggio utilizzando strategie di lavoro e comunicazione interna frutto delle esperienze maturate nei precedenti progetti. Importante è stato anche il reperimento delle risorse finanziarie per attuare il progetto che vede coinvolti diversi partner che credono insieme a noi all’importanza della vela come veicolo di comunicazione aziendale”. 

Carlo Naibo, timoniere e co-armatore, si dice soddisfatto dell’ottimo livello di preparazione già raggiunto dal team in questi mesi che hanno preceduto gli eventi clou e lo dimostrano i risultati degli ultimi due weekend che hanno visto Grey Goose primeggiare nella Combinata ORC Trophy di Monfalcone e nella Coppa Primavera di Muggia. A conclusione della stagione il team si concentrerà sullo sviluppo del progetto Barcolana 2017 per difendere il proprio titolo.

Lascia un commento