Cala il sipario sulla tappa di Scarlino dell’Italia Cup

Sei le prove disputate, in totale, per le tre flotte in gara, che si sono date battaglia su due campi di regata, dietro l’organizzazione dei tre circoli del Golfo di Follonica: Club Nautico Follonica, Club Nautico Scarlino e GDV LNI Follonica.

La manifestazione è stata organizzata in collaborazione con l’Associazione Italia Classi Laser e con il supporto logistico di Marina di Scarlino e Camping Piper, oltre che con il supporto e l’ausilio della Croce Rossa Italiana e della Capitaneria di Porto.

A dirigere il Comitato delle Proteste, il giudice internazionale triestino Mauro Marussi, mentre il Principal Race Officer è stato il sardo Giovanni Mameli, che hanno saputo gestire al meglio la complessa manifestazione, coadiuvati dalla nutrita flotta di volontari dei tre circoli, schierati nella gestione del campo di regata.

Va, quindi, in archivio la manifestazione, i cui principali protagonisti sono stati, per le diverse classi:

Francesco Marrai (GV GUARDIA DI FINANZA), Classe Laser Standard
Riccardo Lister (CLUB NAUTICO PESCARA), Classe Laser Radial maschile
Matilda Talluri (CIRCOLO NAUTICO LIVORNO), Classe Laser Radial femminile
Andrea Crisi (YACHT CLUB CANNIGIONE), Classe Laser 4,7 maschile
Chiara Benini (FRAGLIA VELA RIVA DEL GARDA), Classe Laser 4.7 femminile

Lascia un commento