Concluso il Nazionale Meteor, rammarico per Engy

Concluso sabato 3 giugno sul Lago Trasimeno il 44esimo Campionato Nazionale Meteor.

Ad aggiudicarselo l’equipaggio di Amarcord, con Lorenzo Carloia, Stefano Garzi e Luca Coppetti che dopo aver mancato di poco l’obiettivo nelle ultime quattro edizioni conquistano a Passignano il gradino più alto del podio.

Il giovane timoniere aggiunge anche il titolo di Campione Nazionale Meteor al suo già ricco palmares di vittorie nazionali negli Optmist, Fun, e 470 oltre ai titoli europei J24 e Fun.

Si aggiudicano il secondo gradino del podio Fabio Amoretti, Luca Marioni e Beppe Sfondrini su Pequod, della flotta del Verbano.

Per il terzo posto la spunta Pule672, timonata da Romano Dolciami con l’ormai consolidato team: Fabio Boldrini, Laura Terziani e Michela Ceccarelli.

Sambo, Pistore, Tiengo che con Engy che difendevano il titolo vinto l’anno scorso a Grignano si devono accontentare della quinta piazza conquistata malgrado una rottura dell’attrezzatura che ha compromesso le regate della prima giornata di prove.

Ottima organizzazione del Club Velico Trasimeno di Passignano che conferma le capacità organizzative e la proverbiale ospitalità dei circoli e delle istituzioni del Trasimeno.

Il Trofeo Locatelli, riservato alla migliore flotta, va alla flotta di casa del Trasimeno grazie ai risultati di Amarcord, Pule e Kokkaburra condotta da Riccardo Garzi con Daniele Sepiacci e Daniele Pietrellini che chiudono con un meritatissimo sesto posto.
Sette le prove disputate, quasi tutte al tramonto con un vento sui 15 nodi e una non facile onda incrociata e ripida che hanno reso le boline bagnate e i lati di poppa molto tirati.

Per la classifica finale http://www.assometeor.it/campionati-nazionali/2017-passignano-sul-trasimeno/programma-2017/iscritti-classifica-2017

Il Club Velico Trasimeno si aggiudica il trofeo Meteor Academy destinato al miglior equipaggio proveniente da una scuola di vela.

L’Ing. Arcaini, premiato per l’impegno profuso negli ultimi 25 anni dal cantiere Nauticalodi, conclude la manifestazione dando appuntamento al nazionale del prossimo anno che vedrà anche i festeggiamenti per i cinquanta anni del Meteor.

Lascia un commento