Paolo Viacava e Mailin conquistano Trofeo SIAD-Bombola d’Oro

Ultimo giorno di regata per la flotta dei Dinghy. Vento leggerissimo per le ultime prove del bombolino. Il portofinese Viacava riesce nell’impresa e si aggiudica per la quattordicesima volta il Trofeo

Condizioni di vento leggero per la seconda giornata di regate del Trofeo SIAD-Bombola d’Oro, il comitato di regata è però riuscito a dare lo start per le ultime due regate e consentire così una riapertura dei giochi per la zona alta della classifica. Zona dove i primi tre erano separati da pochissimi punti, ma con la possibilità dello scarto della prova peggiore. Con una stringa di risultati eccellenti delle due giornate precedenti (2-1-2-3), Paolino Viacava, l’ultimo dinghy a uscire da Portofino, ha affrontato le regate di oggi con la consapevolezza di avere un margine molto sottile sui diretti concorrenti, pessimi clienti come Enrico Negri e Paco Rebaudi.

Poco dopo il via della prima prova, però, il vento in calo ha costretto il comitato di regata ad accorciare il percorso alla fine del primo lato di poppa. Prova ‘corta’ che ha visto quindi vincere Gaetano Allodi, seguito da Enrico Negri e terza piazza per il costante Paco Rebaudi.

Per allungare la suspence, il comitato ha dato il via alla seconda prova che ha visto le prime tre posizioni occupate da Leporati, Pasquini e Rebaudi. Paolino Viacava chiudeva la pratica con un ottimo quarto posto e grazie allo scarto della prova di oggi, oltre a confermarsi un autentico fuoriclasse, si aggiudica il mitico Bombola d’Oro per la quattordicesima volta. Secondo Enrico Negri dell’AVAV e terzo Paco Rebaudi per i colori del Circolo Velico di Santa Margherita Ligure. Per la sezione Master 65, brillante risultato di Filippo Jannello a bordo del velocissimo Cicci che si aggiudica anche uno splendido mezzo scafo di Luca Ferron. Trofeo SIAD-Bombola d’Argento a Dani Colapietro De Maria che con Abbidubbi si è confermato in cima alla classifica dei Classici. Il Trofeo Giovanni Falck, per la migliore squadra al ‘team’ Cajega (Viacava-Jannello-d’Albertas) e prima fra le donne, Francesca Lodigiani a bordo di Cavallo Indomito per i colori del CVSML.

Quanto ai veneti impegnati nel campo di regata quinto posto per Massimo Schiavon, nono per Vidal Francesco, decimo per Semenzato Flavio.

Il Trofeo SIAD-Bombola d’Oro si conferma un appuntamento da non perdere per tutti i dinghisti. In primo luogo per la spettacolarità del campo di regata e del territorio, quindi per l’ospitalità di SIAD che ieri sera ha invitato oltre 400 ospiti per la tradizionale cena di gala in banchina, preceduta da un aperitivo sulla terrazza della sede dello Yacht Club Italiano.

Premiazione a bordo di Nave Italia, che come una grande chioccia ha seguito le regate dei piccoli monotipi. Particolarmente impressionante, vedere i dinghy con i loro 3 metri di lunghezza ‘fuori tutto’, bordeggiare accanto alla nave da crociera Crown Princess, in rada questa mattina a Santa Margherita; un leviatano da 3000 passeggeri, lunga quasi 100 dinghy messi in fila.

Il Trofeo SIAD-Bombola d’Oro è organizzato dallo Yacht Club Italiano con la partnership del Gruppo SIAD, attivo nei settori gas tecnici, engineering, healthcare, GPL e gas naturale e con la collaborazione del Circolo Velico di Santa Margherita Ligure e del Circolo Nautico di Rapallo. La regata si svolge con il patrocinio dei Comuni di Portofino, Santa Margherita Ligure e Rapallo.

Clicca qui per visualizzare la classifica

Lascia un commento