GC32 Riva Cup: Tre barche in testa a un punto dopo la prima giornata

Il GC32 Racing Tour è partito alla grande ieri, dopo una prima battuta d’arresto, con quattro regate portate a termine e un round del nuovo ANONIMO Speed Challeng. Al termine di una giornata intensa sono tre le barche in vetta alla classifica, distanziate da un solo punto. Tutto ciò malgrado il Garda abbia offerto condizioni incostranti con un vento, in media intorno ai 10/15 nodi ma a momenti in calo o risalita improvvisi.

Il due volte olimpionico spagnolo Iker Martinez ha provato ancora una volta che i velisti della classe 49er sono a proprio agio sui catamarani foiling, aggiudicandosi la prima prova dell’evento, la sua prima regata in asssoluto nella classe GC32. I risultati successivi, un secondo e un sesto, ponevano Martinez in testa al tabellone ma un ultima prova opaca, con un decimo posto, ha fatto scivolare il team I’M Racing Movistar alla quinta piazza overall.
“Dobbiamo imparare ancora e fare la mano sulla barca, poi ci divertiremo anche di più.” Ha detto lo skipper iberico che ha spiegato di avere problemi di velocità con aria più leggera. “Al momento non riusciamo a fare esattamente quel che vorremmo, ma non appena capiremo meglio come navigare con poca aria, allora andrà meglio. E’ stato un buon primo giorno, perchè abbiamo capito a che punto siamo.”

Debutto anche per Team ENGIE, che ah concluso la giornata in testa alla provvisoria a pari punti con Realteam, ma in testa grazie all’ultima prova vincente. Lo skipper francese  Sebastien Rogues si è detto felicissimo: “Che giornata bellissima! Per Team ENGIE è andato tutto bene, eravamo veloci. E’ la prima volta che ci troviamo in testa al GC32 Racing Tour, è una bella sensazione.”  Rogues attribuisce il successo agli allenamenti invernali in Omani e specialmente al lavoro del tattico e randista Gurvan Bontemps. “E’ solo il primo giorno e domani ci sarà più aria.” Ha detto il transalpino.
GC32 Riva Cup 2017 – Giorno 1
Rispetto alle prestazioni della scorsa stagione, anche Realtime ha mostrato ottime doti, tanto da trovarsi in testa alla classifica dopo la prima giornata. Pur non vincendo alcuna prova sono stati consistenti e hanno ottenuto tre secondi posti.

“Bello tornare in acqua dopo due giorni di fermo” ha detto lo skipper Jerome Clerc. “Eravamo davvero felici di regatare. La flotta è molto compatta e non è facile stare davanti.”  Realteam, forse più di tutti gli altri, ha fatto buon uso della tattica tradizionale che si adotta sul Lago di Garda, navigando sotto le alte montagne della costa ovest del lago. “Non è stato facile, non finiva mai. Si rischiava di perdere tutto sull’ultimo bordo. La tensione nervosa era al massimo fino all’arrivo.”
Realteam ha fatto segnare la sua giornata migliore nel GC32 Racing Tour. Foto: Jesus Renedo / GC32 Racing Tour

Realteam si è avvicinato molto alla vittoria nella terza prova, ma poi è incappato in una penalità nel passaggio dell’ultima boa quando la giuria in acqua ha ritenuto che avesse danneggiato ARMIN STROM Sailing Team. E proprio mentre compivano il giro di penalità, i connazionali ne hanno approfittato per passare in testa. “Gli umpire hanno pensato che fossimo troppo vicini” ha spiegato lo skipper di ARMIN STROM Sailing Team Flavio Marazzi. “E’ andata bene a noi.”

ARMIN STROM Sailing Team ha colto un significativo successo nella prima prova dell’ANONIMO Speed Challenge, dove le barche si sfidano in test di velocità pura su un percorso al lasco di poco più di un miglio. La velocità media fatta registrare da ARMIN STROM è stata di 31.02 nodi.Tutti i team si sfideranno a fare meglio oggi e domani, e coloro che avranno ottenuto la velocità di punta più alta si aggiudicheranno un orologio ANONIMO Nautilo.

In testa fino all’ultima prova è stato Team Argo dello skipper statunitense Jason Carroll. Purtroppo un sesto posto lo ha fatto cadere in terza piazza, anche se a un solo punto dal vertice. “E’ stata una di quelle giornate difficili, tutta sù e giù, e non te ne rendi conto finchè non è finita.” Ammette il randista Anthony Kotoun. “Abbiamo fatto una partenza molto bella. E’ facile quando stai davanti, specialmente su questo campo di regata dove puoi mantenere il controllo sotto la parete rocciosa.”

Team ARGO ha vinto la seconda prova del giorno che secondo Kotoun è il risultato di una buona partenza e di una buona chiamata da parte del tattico britannico Alister Richardson. Il team guidato da Carroll guida la speciale classifica Owner-Driver della GC32 Riva Cup.

Oggi il programma prevede la disputa di due prove, due test di velocità per l’ANONIMO Speed Challenge seguiti da altre due reagate. Lo start, tempo permettendo, alle ore 13.

Lascia un commento