Il Circolo Nautico Chioggia inaugura un 2017 importante

Regata di Apertura il 1° maggio per il Circolo Nautico Chioggia che entra così in una stagione organizzativa veramente impegnativa con un totale di 23 manifestazioni tra regate, veleggiate e collaborazioni che avranno il loro apice nel Campionato Nazionale UFO 22 e nella Regata Nazionale di Coppa Italia per la Classe Dinghy a giugno, ma anche nella 6^ edizione di Chioggiavela che si preannuncia sempre più ricca di eventi e nella regata interzonale Laser di fine settembre.

La stagione si apre come da tradizione il 1° maggio con Il Trofeo Apertura per le vele bianche e il Trofeo Pali (memorial Roberto Furlan) per tutte vele, questa seconda parte della primavera fa le bizze, dopo un inizio estivo, temporali, perturbazioni e temperature in calo, anche le previsioni per il giorno della regata non sono ottimali con scirocco forte e precipitazioni annunciate per il pomeriggio. Si chiudono comunque le iscrizioni con 28 imbarcazioni, cifra lontana dai record di qualche anno fa, ma né le previsioni meteo né il perdurante ostracismo federale a regole un po’ più “divertenti” aiutano; si compongono 4 classi nelle vele bianche mentre a tutte vele si presentano solo barche “piccole”, 3 Meteor (che concorrono anche per la seconda prova del Campionato di Flotta) e altre due imbarcazioni, nessun Minialtura il che rimette in discussione il futuro delTrofeo Francesco Leno, rispolverato lo scorso anno per questa regata e questa categoria. Tutto è pronto alle 14.30 in perfetto orario grazie al CdR composto da Fausto Zennaro, Perini Nelson, Varagnolo Mario Denis, Mauro Casson e Vilmo Bullo che mette a disposizione anche la sua imbarcazione, un po’ di sofferenza con il gommone che fatica a risalire per la boa di bolina un’onda fastidiosa montata per lo scirocco che nel primo pomeriggio ha cominciato a soffiare come da previsioni. Prima e dopo la partenza il vento che tocca punte di 18 nodi, l’onda e l’avvicinarsi da ovest della pioggia induce numerose imbarcazioni a non partire o ritirarsi, ma la regata procede con il piccolo Meteor Anemos che, forte di un’ottima partenza e dell’uso dello spinnaker, tiene il passo delle imbarcazioni più grandi. Dopo circa un’ora di regata la prima imbarcazione a presentarsi al traguardo è il Grand Soleil 40 Movida di Leuci Emanuele che porta a casa vittoria di classe e Trofeo Apertura, davanti a Blu X, Dakota e Gaucho Bagigia, poi la quinta imbarcazione a tagliare il traguardo è Anemos di Gabriele Gosmin con Tom e Teo Stahlche vince la categoria tutte vele e il Trofeo Pali; vittorie di classe nelle vele bianche anche per Impetuosa di Beda Martina e Bussolotta di Fabio Lanza.

Tutti a terra per le premiazioni, il DS Corrado Perini si scusa per una suddivisione in classi che poteva essere ottimizzata in Classe A con l’inserimento di un’altra categoria e ringrazia i presenti per la partecipazione e la sopportazione anche in una giornata certamente non facile conclusa nella pioggia, il Presidente Stefano Penzo ringrazia e premia i soci che con la loro presenza a bordo dei mezzi di assistenza hanno reso possibile questa prima manifestazione e ha belle parole in memoria del socio Roberto Furlan cui il Trofeo Pali è dedicato, la giornata si conclude con un bel momento di convivialità nonostante la pioggia. Prossimo impegno 2 giugno con 4 Bordi in Adriatico – Trofeo della Pila.

Qui le classifiche

Lascia un commento