Extreme Sailing Series: Alinghi regna supremo a Qingdao

Il team svizzero di Alinghi è stato incoronato Re di Qingdao per un secondo anno consecutivo grazie alla vittoria nel secondo Act delle Extreme Sailing Series™.

I campioni 2016 Extreme Sailing Series hanno battuto i loro sei rivali internazionali con una serie di risultati che li hanno portati in vetta alla classifica dell’Act 2 “Mazarin” Cup a Qingdao, in Cina.

Con condizioni meteo tra gli 8 e 18 nodi che hanno caratterizzato la baia di Fushan in questi giorni, il co-skipper di Alinghi Arnaud Psarofaghis ha condotto i suoi uomini alla vittoria finale realizzando 11 podi in 17 regate, tra cui  quattro vittorie parziali. Alinghi ha così mantenuto il suo status vincente a Qingdao.

Il dominio di Alinghi si riassume nella quinta regata odierna, quando il team dopo essere stato penalizzato per partenza anticipata, è riuscito comunque a vincere la prova.

Nel frattempo i giovani velisti di Land Rover BAR Academy hanno confermato di essere talenti molto promettenti, nonostante siano stati costretti a non partecipare alle ultime due prove odierne, a causa dei danni provocati da NZ Extreme Sailing Team alla loro imbarcazione in una collisione.

Il secondo posto in classifica generale è il loro miglior risultato da quando hanno preso parte al circuito delle Extreme Sailing Series all’inizio del 2016 e dà loro una forte accelerazione giusto in tempo prima di partecipare rivolgono la alla Red Bull Youth America’s Cup, in programma il prossimo mese a Bermuda.

Il podio dell’Act 2 è stato completato da Oman Air, protagonista di una giornata eccezionale oggi, acque della baia di Fushan, che li ha visti vincere tre prove compresa l’ultima, che vale punteggio doppio. La performance odierna ha consentito al team Omanita di risalire dal sesto al terzo posto in classifica generale.

Lascia un commento