Accadde oggi: Il Moro di Venezia vince la Louis Vuitton Cup

Venticinque anni fa, il 30 aprile del 1992 a San Diego Il Moro di Venezia si aggiudicava la Louis Vuitton Cup e accedeva alla fase finale della Coppa America, sfidando il defender America3.

La Louis Vuitton Cup del 1992 si è svolta tra il 25 febbraio 1992 e il 30 aprile 1992 con una vittoria per 5-3 de Il Moro di Venezia con ITA 25 Il Moro di Venezia V sui neozelandesi di New Zealand Challenge.

La prima pagina de La Gazzetta dello Sport

La finale fu spettacolare: Team New Zealand vinse la prima regata, gli italiani la seconda per un solo secondo e poi arrivarono tre vittorie per i neozelandesi. Sul punteggio di 4-1 per i neozelandesi, il timonire del Moro Paul Cayard protestò per un uso scorretto del bompresso su NZL 20. Vinse la protesta e l’ultima vittoria kiwi fu annullata, riducendo il punteggio a 3-1 per Team New Zealand. Portatosi sul 3-2, Cayard protestò ancora una volta per l’uso scorretto del bompresso, chiedendo la squalifica di New Zealand[1] ma questa volta il comitato della Louis Vuitton Cup fu di parere opposto rispetto a quello dell’America’s Cup (fino all’edizione del 2007 la gestione delle due fasi avveniva separatamente).

Per porre fine alla disputa, i neozelandesi decisero di abbandonare le manovre scorrette. Il timoniere Rod Davis venne sostituito da Russell Coutts che però non poté nulla contro il ritorno degli italiani che vinsero la Louis Vuitton Cup per 5 a 3.

Clicca qui per conoscere, a 25 anni di distanza, che fine hanno fatto i cinque Il Moro di Venezia costruiti per la campagna di Coppa America.

Lascia un commento