Le classi olimpiche a Hyeres per la seconda tappa di Coppa del Mondo

Tornano le regate della Coppa del Mondo di Vela con l’appuntamento di Hyeres (Sud della Francia), dove da domani a domenica, i migliori equipaggi delle Classi Olimpiche – Singoli Laser Standard, Laser Radial e Finn, Doppi 470 uomini e donne, Doppi acrobatici 49er e 49er FX, Catamarano per equipaggi misti Nacra 17 e Tavola a vela RS:X maschile e femminile, più la classe paralimpica del 2.4 Norlin OD e la Formula Kite – si sfideranno nell’evento più spettacolare della stagione, seconda tappa del circuito iniziato a gennaio a Miami e che si concluderà a Santander, in Spagna, dal 4 all’11 giugno.

In acqua anche una rappresentanza italiana di 30 equipaggi (40 velisti), supportati da uno staff coordinato dal Direttore Tecnico della Squadra Nazionale Michele Marchesini e formato dai Tecnici federali Egon Vigna, Alp Alpagut, Riccardo Belli dell’Isca, Adriano Stella, Gigi Picciau, Luis Rocha, Gabriele Bruni, Luca De Pedrini e Gianfranco Sibello, nonché dal Giudice Internazionale Luigi Bertini (Rule Advisor). Un movimento, quello della vela azzurra, reduce dalle prestazioni al Trofeo Sofia di Palma, archiviato con la vittoria di Francesco Marrai nel Laser Standard e altri sei equipaggi in top ten – risultati conquistati con un gruppo dall’età media molto bassa (21 anni).

Da seguire le prestazioni dello stesso Marrai (Fiamme Gialle), che tra i suoi avversari ritroverà il numero uno del Ranking mondiale Giovanni Coccoluto (Fiamme Gialle), di Mattia Camboni (Fiamme Azzurre) e Daniele Benedetti (Fiamme Gialle) nella tavola maschile, e di Marta Maggetti (Fiamme Gialle) e Veronica Fanciulli (Aeronautica Militare) nella femminile, orfana ancora dell’Olimpionica di Rio 2016 Flavia Tartaglini, che tornerà in acqua a Marsiglia, a maggio, per l’Europeo di classe. Da seguire anche Elena Berta-Sveva Carraro (CC Aniene-Aer. Militare) nel 470, in gran spolvero sia al Campionato Italiano Classi Olimpiche di Ostia che al Trofeo Sofia, e sempre nel 470, Giacomo Ferrari che a Hyeres avrà a prua Andrea Trani in sostituzione di Giulio Calabrò, ancora fermo per l’infortunio che aveva impedito al duo della Marina di partecipare alla Medal a Palma.

Sette le italiane nel Laser Radial, a partire dalle olimpioniche Silvia Zennaro (Fiamme Gialle) e Francesca Clapcich (Aeronautica Militare), che a Rio era sul 49er FX portato da Giulia Conti, e tre gli equipaggi del Nacra 17, con Ruggero Tita e Caterina Banti (Fiamme Gialle-CC Aniene) attesi a una conferma dopo l’ottavo di Palma. Conferme attese anche da Maria Ottavia Raggio-Paola Bergamaschi (CV La Spezia-SC Garda Salò) nel 49er FX e da Alessio Spadoni (CC Aniene) nel Finn – ci sarà anche il Campione Italiano Giorgio Poggi (Fiamme Gialle) – mentre l’unico azzurro nel 2.4 è Antonio Squizzato (SCG Salò).

Il programma prevede la classica serie di regate con le flotte al completo da martedì a venerdì per 49er, 49er FX, Nacra 17, RS:X M ed RS:X F (12 prove, con Medal Races – le prove finali a punteggio doppio riservate ai top ten – in programma sabato) e da martedì a sabato per Laser Standard, Radial, 470 M, 470 F e Finn (10 prove, Medal domenica). Gli atleti della Formula Kite disputeranno invece un massimo di 24 prove, con Medal Series sabato, e i 2.4 mR Norlin OD dieci regate di flotta (sabato le ultime). 

Lascia un commento