Già oltre 50 iscritti al Campionato del Mondo ORC 2017

Sono già oltre 50 le barche regolarmente iscritte al Campionato del Mondo ORC 2017 organizzato dallo Yacht Club Porto San Rocco in collaborazione conYacht Club Adriaco, Triestina della Vela, Società Velica di Barcola e Grignano, Circolo della Vela Muggia, TPK , sotto la supervisione dell’ Offshore Racing Congress (ORC) della World Sailing e della Federazione Italiana Vela (FIV) ma ricordiamo che coloro che si iscriveranno entro il 31 gennaio beneficeranno di uno sconto sulla tariffa.

Come per Trieste anche a Danzica, in Polonia, si prospetta un grande successo di partecipazione: per il Campionato Europeo Orc dal 24 al 29 luglio 2017 ad oggi sono registrati 73 partecipanti da 13 paesi su 75 posti disponibili. «Abbiamo lavorato molto per ospitare questa manifestazione nel Golfo di Trieste, una location che, pur vantando un numero altissimo di velisti professionisti, non era mai riuscita a raggiungere l’assegnazione di un campionato di questo rilievo. Oggi cominciamo a concretizzare questo sogno e raccogliere i frutti di quanto abbiamo seminato. I numerosi iscritti saranno i protagonisti di una regata che speriamo sarà di alto livello a terra e in mare» dice soddisfatto Roberto Sponza, responsabile dell’evento.

Osservando la entry list assolutamente provvisoria delle tre classi, appaiono già molto affollati i gruppi B e C, comprendenti le barche fino ai 14 metri. Interessanti le provenienze, ad oggi con una netta predominanza italiana (limitata a un massimo di 30 imbarcazioni tricolore per classe) marcate strette da team sloveni, austriaci, croati e tedeschi, olandesi, spagnoli, danesi, estoni e ucraini.

Il primo a iscriversi in classe C è stato Low Noise II, l’Italia Yachts 998 di Giuseppe Giuffrè (YC Chiavari) quattro volte campione del mondo, due campione europeo e titoli italiani. Sono in molti a voler insidiare Low Noise II, a partire dagli scafi gemelli Sarchiapone di Dubbini, Take Five jr. di Dal Pont e Lady Day di Annis, senza contare i sempre validi Mumm 30 come Moonshine di Baan e Mummy One Lab.Met. di Querin e le flotte del cantiere danese X Yacht (con X-35 e X-37), Beneteau (35 e 36.7) e Farr30.
In classe B la prima iscrizione è stata quella di Rebel di Manuel Costantin, portacolori dello Yacht Club Adriaco, che in acqua dovrà vedersela con il Grand Soleil 40 Alvarosky del presidente UVAI Francesco Siculiana (CV Siciliano) con l’X-41 Le Coq Hardi di Maurizio e Gianpaolo Pavesi e in particolare con il velocissimo Duvetica, l’Arya 415 che per l’occasione innesta Furio Benussi in un equipaggio ormai rodato capitanato da Paolo Pinelli e Daniele Augusti.

Tra i grandi della classe A spiccano i nomi del sempre verde Brava, Farr 49 di Francesco Pison (LNI Monfalcone) Altair 3, lo Scuderia 50 di Sandro Paniccia (CV Portocivitanova) e il Luff 54MOD Fanatic di Pierluigi Peresson (SC Ausonia).

Il programma del Campionato, prevede il perfezionamento delle iscrizioni nelle giornate dal 30 giugno al 2 luglio, quando si svolgerà anche la regata di prova. La competizione entrerà nel vivo il 3 e 4 luglio con le regate offshore, mentre dal 5 all’8 si disputeranno le prove tecniche sulle boe. Da regolamento l’assegnazione dei titoli sarà valida se verranno portate a termine almeno quattro regate tra le boe e una offshore oppure tre prove tra le boe e due offshore.

L’ospitalità gratuita per tutti gli iscritti è garantita nelle confortevoli banchine di Porto San Rocco dal 28 giugno al 10 luglio, ma agevolazioni sono previste per chi desidera arrivare prima e soprattutto rimanere a Trieste per affrontare un autunno velico entusiasmante, che va dalla Settimana Velica dell’Adriaco alla Barcolana.

È un grande piacere vedere un concreto interesse nelle nostre due regate piu` competitive, confermato da iscrizioni molto anticipate . Questo conferma anche la tendenza di raggiungere il maggior interesse gia`nelle fasi iniziali dell`organizzazione, cosa inusuale in eventi del genere. Ci congratuliamo con gli organizzatori per il loro impegno nell`organizzazione e nella promozione’ ha commentato Bruno Finzi, presidente dell`ORC, evidentemente soddisfatto.

Lascia un commento