Il Diporto Velico Veneziano cresce e punta sui suoi giovani

Momento di bilanci di fine anno anche per il Diporto Velico Veneziano, il sodalizio fondato nel 1950 che con oltre 600 soci vanta il primato di circolo velico più numeroso di Venezia.

A parlare è il presidente dell’associazione con sede a Sant’Elena Michele Giorgiutti:”Le regate organizzate dal Diporto quest’anno sono state molto partecipate, la Transadriatica si è confermata punto di riferimento nel nostro calendario, quest’anno però metà degli equipaggi sono stati costretti a ritirarsi a causa del meteo, ma nonostante ciò è stata un’edizione riuscita grazie anche all’ottima ospitalità di Cittanova d’Istria”.

Da sottolineare gli importanti risultati ottenuti nell’Optimist d Alice Lenarda, che è riuscita a passare tutte le selezioni e a gareggiare nel campionato nazionale giovanile. Alice Lenarda ha concluso inoltre quinta femminile nel Trofeo Kinder+Sport 2016 che si è svolto in cinque tappe italiane tra aprile e settembre. Assieme a Marta Bertoldini, anche lei promettente atleta del Diporto, ha partecipato al Trofeo Pini regata Optimist femminile a squadre con un team misto formato assieme alle ragazze dell’associazione velica Lido, giungendo seste. Fa parte della squadra agonistica optimist anche la giovanissima Elisabetta Tonitto che è riuscita a selezionarsi per la coppa cadetti, una sorta di campionato nazionale per baby velisti, disputata a Trieste a settembre.

Giorgiutti sottolinea inoltre come anche quest’anno il Diporto abbia organizzato la tradizionale scuola di vela estiva alla quale hanno partecipato un centinaio di bambini. In primavera anche una trentina di alunni della scuola primaria del Foscarini aveva imparato i primi rudimenti della vela. “Da quest’anno – continua il presidente – sui circuiti delle regate di minialtura si è affacciato un nuovo team del Diporto, grazie all’imbarcazione Este 24 che il circolo ha ricevuto in donazione. L’esordio è stato a maggio a Chioggia nei campionati europei, mentre a luglio l’Este ha partecipato alla prima manifestazione nazionale degli Special Olympics, dedicata ai ragazzi con disabilità intellettiva organizzata da TuttaChioggiaVela”.

Tra i soci che si sono distinti nel corso della stagione, vanno menzionati Alessandro Rodati, che nella classe snipe ha chiuso terzo nell’Austrian Open snipe and dinghy Gran Prix e decimo al campionato tedesco Open. L’attività dei giovanissimi non si ferma nemmeno d’inverno, infatti i ragazzi dell’optimist sono stati protagonisti ai primi di dicembre a Pola (Croazia), con l’istruttore Paola Fachin per la regata di San Nicola. Quattro giorni di regate, sei prove in tutto, con 330 ragazzini croati, sloveni, italiani, austriaci e tedeschi in acqua. Il miglior risultato è stato quello di Alice Lenarda 69ª generale e decima femminile con un bel nono posto di giornata.

Il sodalizio Veneziano però non si ferma ed è pronto a guardare al futuro:”Quanto al prossimo anno, la notizia è che tornerà il Trofeo Rizzotti, la prestigiosa regata internazionale a squadre per i giovanissimi della classe optimist – annincia il presidente – c’è stato un avvicendamento nel team degli organizzatori ed appena nato un nuovo comitato tra Compagnia della Vela e Diporto Velico Veneziano. Il format resterà il medesimo dello scorso anno, la base logistica sarà al Camping Marina di Venezia a Cavallino, la partecipazione sarà su invito con 16 squadre per lo più internazionali. Per quanto riguarda il calendario per le regate d’altura non si discosterà molto da quello del 2016, con gli appuntamenti della Transadriatica a maggio, la regata del Solstizio a giugno, quella dei Miti a settembre oltre agli appuntamenti di inizio e fine anno con le manifestazioni di apertura e di chiusura”.

Fonte: La Nuova

Lascia un commento