Sailing World Cup, a Melbourne 40 nodi e regate differite

Soffia un forte vento con raffiche fino a 40 nodi a Melbourne, dove in questi giorni si stanno disputando le fasi finali della Sailing World Cup 2016, l’evento la cui partecipazione è ammessa ai soli 20 migliori equipaggi al mondo di ogni classe.

Dopo una breve attesa il Race Comitee ha disposto la differita di tutte in programma per la giornata odierna, eccezzion fatta per i kite che hanno così avuto modo di diversi ed esprimere al meglio le proprie doti.

Il Comitato di Regata utilizzerà Venerdì 9 dicembre come giornata di recupero per il ritardo sulle gare perse e ogni flotta.

Al momento restano quindi validi i risultati dopo la seconda giornata, con i tre italiani in regata che occupano la terza posizione nel Laser Radial con l’olimpionica di Rio Silvia Zennaro (4-3-5-3 i parziali), la 14ma con Giovanni Coccoluto nel Laser Standard e la nona con Veronica Fanciulli nella tavola a vela RS:X femminile. Questi i leader provvisori classe per classe: l’olandese Badloe (RS:X M), la polacca Noceti-Klepacka (RS:X F), il cipriota Kontides (Standard), l’olandese Bouwmeester (Radial), l’australiano Lilley (Finn), i neozelandesi McHardie-McKenzie (49er), le australiane Lloyd-Solly (49er FX), gli australiani Belcher-Ryan (470 M), le austriache Vadlau-Ogar (470 F), gli australiani Waterhouse-Darmanin (Nacra 17) e l’inglese Oliver Bridge (Formula Kite).

Lascia un commento